Peeling laser – Fototermolisi selettiva

Home/Peeling laser - laser resurfacing/Peeling laser – Fototermolisi selettiva
Peeling laser – Fototermolisi selettiva 2015-03-17T14:01:21+00:00

Chirurgia estetica laser

Rimuovere gli inestetistimi cutanei in maniera dolce ed efficace? A questo ci pensa il laser CO2 pulsato che, pilotato sulla ruga o sulla pigmentazione cutanea (nei, macchie solari o senili, couperose, teleangectasie, ecc.), la vaporizza all’istante senza rischio di ipertermia.

Grazie alla sua ottima focalizzazione, il raggio ad anidride carbonica pulsato è in grado di colpire il “bersaglio” selezionato senza minimamente coinvolgere i tessuti circostanti (azione di Fototermolisi selettiva), evitando così – come può succedere con i peeling chimici – il rischio di necrosi dell’epidermide e della porzione superficiale del derma, di infiammazioni e di danni termici (ustioni) anche irreversibili.

La disepitelizzazione effettuata con il laser CO2 pulsato dà luogo ad una formazione di nuovo epitelio (riepitelizzazione) rapida, ordinata e controllata. Prima di procedere alla vaporizzazione dello strato superficiale della pelle, si procede ad una sua accurata pulizia ed all’applicazione di una crema anestetica. Terimato il peeling, la parte interessata viene massaggiata delicatamente con un velo di crema antibiotica ed antinfiammatoria.

La cute risulterà lievemente arrossata per un periodo di 4-8 settimane.

Al fine di non compromettere il naturale processo di guarigione é importante evitare l’esposizione solare o alle lampade Uva fino a quando la situazione non si sarà completamente normalizzata.

Attenzione!

Prima di sottoporsi al peeling laser CO2 pulsato è importante effettuare un check up cutaneo che rilevi la sensibilità della cute alla luce e che confermi la non tendenza della pelle a cicatrizzazione cheloidea/ipertrofica.
Su soggetti di carnagione scura inoltre il peeling laser dovrà essere praticato molto delicatamente in modo da evitare ipocromia, ovvero una diminuzione della pigmentazione cutanea e quindi dell’intensità del colore della pelle.

E’ indispensabile ovviamente rivolgersi ad un operatore esperto nell’utilizzo del laser, altrimenti il rischio di danni termici è elevato.