Le cicatrici della blefaroplastica

Gli esiti cicatriziali della blefaroplastica sono decisamente sottili e lineari. Per la palpebra superiore questi coincidono esattamente con la naturale plica oculare e sporgono dal canto dell’occhio di alcuni millimetri (per rendere meglio l’idea, si immagini come prosegue in genere la traccia dell’eye liner oltre l’angolo esterno dell’occhio).

Incisioni e cicatrici blefaroplasticaLe incisioni alla palpebra inferiore invece si trovano appena al di sotto dell’attaccatura ciliare, quindi sono invisibili pressoché da subito.

La particolare localizzazione delle incisioni e il tipo di cute particolarmente sottile della zona oculare favoriscono una cicatrizzazione ottimale, con straordinari esiti: già in capo a pochi giorni le cicatrici si rendono perfettamente camuffabili con un semplice correttore e in un arco di tempo assai breve sono difficilmente rintracciabili.

Raramente possono formarsi cicatrici ipertrofiche che richiedono una terapia post operatoria ed in casi molto rari un intervento correttivo.

Le cicatrici residue della blefaroplastica sono quasi sempre non visibili perché risultano essere sottili e lineari, posizionate lungo la piega palpebrale o immediatamente sotto le ciglia. La capacità media di cicatrizzazione delle palpebre è ottima.

Sapevi che durante la convalescenza una certa secchezza oculare è normale?
Dopo la blefaroplastica e per un paio di settimane è normale sperimentare un certo grado di secchezza oculare. Il chirurgo consiglierà l'uso di lubrificanti oculari e lacrime artificiali.