Blefaroplastica: La convalescenza

L’intervento di blefaroplastica viene eseguito in anestesia locale + sedazione. La procedura nel caso di blefaroplastica bilaterale e inferiore + superiore ha una durata massima di 30 minuti. L’ impiego del laser rende ulteriormente “light” questa chirurgia.

Tale procedura prevede una convalescenza normalmente esente da dolore e complicanze.

Già dopo qualche ora dall’intervento il paziente potrà tornare a casa. Oltre ai punti di sutura porterà speciali cerotti sopra l’incisione. Dopo 4 giorni i punti di sutura verranno rimossi. All’ ottavo giorno verranno rimossi anche i cerotti. Il paziente dovrà assumere i farmaci post operatori prescritti e dovrà astenersi dall’esporsi ai raggi solari per un periodo di almeno 40 giorni. La convalescenza della blefaroplastica permette al paziente di svolgere molte attività quotidiane. Non è previsto l’allettamento ne il riposo totale.

Dopo un paio di settimane il risultato dell’ intervento sarà praticamente raggiunto. In alcuni casi – considerata la variabilità biologica di guarigione – si dovrà attendere un periodo maggiore.

Vedi: Blefaroplastica post operatorio

Si può eseguire la blefaroplastica a 20 anni?
Molte pazienti si sottopongono alla blefaroplastica in giovane età in quanto l'inestetismo principale da correggere (palpebre superiori cadenti) può essere genetico oltre ad essere dovuto all'invecchiamento generale.