Dolore della blefaroplastica

La blefaroplastica viene eseguita in anestesia locale e sedazione con l’ impiego anche di epinefrina per la vasocostrizione chirurgica. Il dolore durante l’intervento è ovviamente assente ed il paziente non è vigile. Questo tipo di terapia anestetica ha la caratteristica di avere un effetto analgesico prolungato per cui il il paziente non ha nessuna sensazione dolorosa nell’ immediato post operatorio.

Tutti gli interventi chirurgici producono un trauma il quale genera una certa sensazione di dolore. Tenendo conto che ogni paziente ha una soglia del dolore diversa, nel caso specifico la blefaroplastica non prevede comunque un livello di dolore rilevante. Nel caso in cui dopo una blefaroplastica il dolore fosse fastidioso il chirurgo prescriverà classici farmaci analgesici per via orale. Questi dovrebbero essere in grado di lenire efficacemente il dolore.

Il dolore lieve è normale in ogni decorso post operatorio. Se il dolore diventa acuto può essere un segno di complicanza e quindi è consigliabile chiamare immediatamente il chirurgo estetico. La clinica Pallaoro offre un servizio di assistenza post operatoria 24 ore al giorno 7 giorni alla settimana.

Molto raramente è possibile che il dolore sia acuto ed in qusto caso il paziente dovrà avisare immediatamente il chirurgo per la verifica di un eventuale ematoma profondo da drenare. Questa complicanza è quasi solo teorica.

La blefaroplastica risolve le zampe di gallina?
No. Questa procedura ha lo scopo di rimuovere la pelle e il grasso in eccesso dalla palpebre. Le zampe di gallina si formano sui lati esterni a seguito dello stress meccanico (rughe mimiche) e di conseguenza la blefaroplastica non migliora le zampe di gallina. Per questo inestetismo sono indicate le infiltrazioni di botulino.