Liposuzione maschile

Home/Liposuzione/Liposuzione maschile
Liposuzione maschile 2017-01-13T10:58:14+00:00

La liposuzione maschile – ginecomastia

La distribuzione del grasso nel corpo varia in ogni individuo secondo il patrimonio genetico e secondo il sesso. Negli uomini, le zone di maggiore accumulo adiposo sono prevalentemente l’addome, i fianchi e il torace, quindi la liposuzione maschile riguarda essenzialmente tali aree.

La presenza di cuscinetti adiposi evidenti per l’uomo crea un grosso problema psicologico soprattutto quando interessano la zona toracica, cioè si vengono a formare protuberanze sulle mammelle simili ad un seno femminile. Questa condizione può essere accompagnata anche da una disfunzione, detta ginecomastia, che comporta uno sviluppo anomalo della ghiandola mammaria. Se funzionalmente questo disturbo non ha nessuna rilevanza e non interferisce in alcun modo sulla salute, dal punto di vista psichico può invece essere un fattore patologico, perché ad essere intaccata è la virilità dell’uomo.

liposuzione 003 migliorare

La correzione della ginecomastia o pseudo ginecomastica

La risoluzione del problema della ginecomastia è rapido e non comporta grossi disagi dal punto di vista chirurgico. L’intervento ha lo scopo di eliminare le rotondità di troppo dal torace per restituire anatomicamente la tonicità tipica di un petto maschile. La procedura dura mediamente mezz’ora e prevede l’aspirazione della porzione adiposa, con cannule di diametro e lunghezza adeguati alla zona. Se lo specifico caso poi lo rendesse necessario, è possibile ridurre anche il volume della ghiandola mammaria attraverso una breve incisione lungo le areole. Le particolari tecniche di sutura mirano a rendere irrilevanti le millimetriche incisioni. Al termine della fase chirurgica si applicano i bendaggi che limitano il gonfiore e favoriscono l’assestamento della cute al nuovo volume del torace.

La correzione della ginecomastia con la liposuzione o con la rimozione chirurgica della ghiandola è un intervento definitivo, rapido e risolutivo per porre rimedio a questo particolare quadro estetico:

  • Adiposità localizzata sulle mammelle
  • Petto maschile simile ad un seno di donna
  • Sviluppo della ghiandola mammaria nell’uomo (in uno o entrambi i lati)
  • Imbarazzo nell’indossare maglie aderenti

In genere l’uomo che ha la tendenza all’accumulo adiposo sul torace, presenta anche cuscinetti evidenti sull’addome e sui fianchi. La liposuzione Pallaoro Medical Laser è realizzabile su più distretti corporei in un’unica seduta chirurgica, in modo da ricreare armonia e rendere più virile e scolpita l’area problematica.

La liposuzione maschile – liposuzione del pube

Questa particolare variante di liposuzione maschile ha come obiettivo mettere in maggiore evidenza gli organi genitali eliminando gran parte della porzione adiposa che si trova nella zona del pube. Spesso infatti la presenza di grasso nella parte inferiore dell’addome nasconde e rende esteticamente più piccolo il pene. L’aspirazione controllata e ben studiata dell’area pubica risolve facilmente e in sicurezza quello che per la maggior parte degli uomini è un grosso imbarazzo, cioè l’annosa questione delle dimensioni sessuali.

La liposuzione non è un modo per dimagrire ma è la soluzione ideale per ritoccare e cancellare le imperfezioni dovute ad accumuli adiposi recidivi. Quando il sovrappeso è eccessivo, la liposuzione è solamente una parte di un programma più ampio e a lungo termine.

Vedi: Chirurgia estetica uomo

Chirurgia estetica Liposuzione

Sapevi che la marcata obesità produce iperplasia adipocitaria?
Il numero di cellule adipose in un adulto è fisso. L’ aumento di peso si traduce nella crescita di volume delle cellule adipose presenti così come il dimagrimento si verifica con la riduzione del volume delle stesse. Quando il paziente aumenta di peso considerevolmente e cioè raggiunge l’indice di massa corporea BMI>35 si innesca il processo di iperplasia delle cellule adipose: Aumenta il loro numero. Questo evento rappresenta un danno per il metabolismo del soggetto che – anche perdendo il peso precedentemente acquisito – non assisterà ad una riduzione del numero d’ adipocità. Ciò rende il paziente molto più soggetto ad aumentare nuovamente di peso.