Egregio Dottore,

Vorrei tanto sottopormi al lifting del seno. Mia sorella ha fatto l’intervento tre anni fa, con un risultato estetico davvero bello: oltre ad essere più alto e sodo, il suo seno sembra aver recuperato addirittura una taglia in più. L’unico “neo”, sarebbero  le cicatrici che, sebbene a distanza di tempo, sono ancora molto rosse e visibili. Mi opererei domani stesso se solo ci fosse un modo per evitarle…

Elasticità e forma del seno

La pelle è un tessuto dotato di elasticità ed è grazie anche a questa caratteristica che il corpo acquista determinate forme. Ne consegue che il deterioramento della elasticità cutanea comporta necessariamente una variazione della forma del corpo. Il deterioramento della elasticità cutanea comporta la perdita della consistenza delle fibre di collagene ed elastica, elementi che formano lo strato profondo della pelle chiamato derma.

La forma del seno è data dal tessuto adiposo ghiandolare contenuto dal tessuto cutaneo. Quando quest’ultimo perde elasticità, avviene un progressivo rilassamento della mammella.

Rassodare il seno senza cicatrici: grado di rilassamento

Grado di rilassamento e tecnica chirurgica

Con il passare del tempo il seno rilassato tende a peggiorare. Il grado di rilassamento mammario è misurabile dalla piega sottomammaria rispetto ad una linea immaginaria dell’anatomia normale. In questo grafico si illustrano i vari gradi di rilassamento del seno, utili a comprendere le specifiche tecniche chirurgiche che possono essere consigliate.

In caso di rilassamento lieve

Quando il seno si presenta lievemente rilassato, l’intervento di mastopessi non è certamente consigliato per le cicatrici che lascia. Se la paziente acconsente ad aumentare il volume mammario si potrà rassodare il seno riempendo la tasca con una protesi mammaria. Se invece la paziente desidera solo rassodare il seno mantenendo il volume, si potrà procedere con l’intervento esclusivo di rassodamento micro chirurgico del seno.

Questa è una tecnica che prevede l’attuazione di migliaia di micro traumi chirurgici a livello del derma che producono una reazione rigenerativa di riparazione del tessuto. Il derma viene indotto alla produzione di collagene ed elastica con conseguente aumento dell’elasticità e dello spessore della pelle. Questo intervento mini invasivo dovrà essere ripetuto almeno in 3 sessioni per ottenere risultati apprezzabili.

Il vantaggio di questa tecnica di progressivo rassodamento del tessuto cutaneo è la totale mancanza di cicatrici ed il post operatorio praticamente inesistente.

Si il rilassamento è marcato o severo

Quando la pelle del seno è ceduta e si verifica una ptosi mammaria di grado avanzato, l’intervento consigliabile è la mastopessi. Si tratta del lifting chirurgico del seno che necessariamente comporta l’escissione di pelle in eccesso e conseguentemente lascia cicatrici visibili a seno nudo. Questa procedura offre risultati soddisfacenti nelle pazienti che soffrono per il rilassamento grave della propria mammella.

Nel caso in cui la paziente sia “costretta” a sottoporsi alla mastopessi, potrà successivamente trattare gli esiti cicatriziali con la tecnica Mosaic Surgery. Si tratta di una tecnica esclusiva che comporta la rimozione di piccolissime porzioni della cicatrice e la sostituzione delle stesse con tessuto sano prelevato sempre dalla stessa paziente. Con questa tecnica si riesce a rendere molto meno evidente la cicatrice post mastopessi.