Gentile dottor Pallaoro, ho 56 anni e non mi sono mai “rifatta” niente forse perché mi sembrava una cosa “da Hollywood” e un po’ anche perché mi hanno sempre fatto paura aghi e bisturi. Recentemente ho saputo che esiste un nuovo metodo per riempire gli zigomi che non prevede protesi, ma solo l’iniezione di un materiale naturale. Ora, premesso che non vorrei certo assomigliare a una di quelle attrici con gli zigomi a “pallina”, vorrei sapere quanto è lungo il ricovero per questo tipo di intervento e quanto durano i risultati. La ringrazio per la sua risposta, Raffaella R. – Verona

I riempitivi cui lei accenna, gentile signora Raffaella, sono i Filler, materiali iniettabili che svolgono la funzione che lei richiede: riempire con naturalezza i vuoti di volume che si formano con l’età. La tecnologia dei Filler non prevede l’utilizzo di bisturi e strumenti chirurgici, visto che si tratta di materiali iniettabili con una siringa dall’ago sottile. Posso rassicurarla anche per quanto riguarda i tempi post-trattamento. Dopo le infiltrazioni potrà tornare immediatamente a casa e riprendere le sue attività normali, visto che l’unica conseguenza negativa sarà solamente un leggero gonfiore temporaneo della parte trattata.

Esistono diverse tipologie di riempitivi (Filler) e variano per durata degli effetti, a seconda che si tratti di materiali riassorbibili o semipermanenti. I primi sono composti da sostanze fluide naturali e biocompatibili che con il tempo verranno riassorbite dall’organismo. I secondi, invece sono parzialmente sintetici e quindi i risultati perdureranno più a lungo.

Recentemente si è sentito parlare di una novità nel campo dei Filler, ovvero dell’avvento di un nuovo riempitivo che “restaura” la cute. Si tratta di Sculptra, un idrogel che svolge la funzione di rigeneratore tissutale, in pratica fa aumentare il volume del derma stimolando i fibroblasti che sviluppano di conseguenza più collagene. In altre parole, agisce quasi come un farmaco e i risultati sono molto naturali e progressivi. È possibile ripetere il trattamento fino al risultato desiderato; poi sarà necessario mantenere i risultati estetici con qualche richiamo.

lettere al chirurgo estetico