Buongiorno,
Mi chiamo M.P., ho 32 anni e da circa 20 anni ho a che fare con il mio naso. All’inizio il problema era davvero angosciante e mi impediva di socializzare pienamente con gli altri, di sicuro ha contribuito notevolmente ad abbassare la mia autostima. Parlare di un naso era per me un argomento tabù, cercavo in tutte le maniere di evitare che l’argomento di una conversazione potesse poi cadere sul naso (adesso ci rido su, ma pensandoci era una paura orribile). Superata l’adolescenza ho iniziato faticosamente a nominare il mio naso ed in casi fortunati, perfino a scherzarci su (ma solo con gente sensibile quanto me).

L’idea di ritoccare il mio naso è sempre stato un sogno, ma per la mia famiglia significava togliere uno sfizio troppo costoso. Adesso che sono economicamente autonoma, sto accarezzando di nuovo questa possibilità. Vorrei un parere sulla mia situazione e per questo allego delle foto. Ritengo che il mio naso sia imponente, oltre che storto. Che tipo di intervento dovrei affrontare? A quali costi vado incontro?
Vi ringrazio sin da ora per la consulenza.

Riportiamo integralmente questa mail perché inquadra efficacemente il disagio sofferto da chi porta da anni un’ inestetismo ritenuto insormontabile. La rinoplastica moderna con la tecnica chiusa è una procedura che offre la possibilità di modellare praticamente tutti i tipi di naso con un intervento comunque eseguito in anestesia locale (e sedazione). Il paziente è in grado di tornare a casa dopo qualche ora e la convalescenza risulta essere di solito molto leggera.

Tutto ciò premesso il problema di questa paziente – vissuto così pesantemente – poteva essere risolto anni prima evitando così anni di sofferenze e disagi. Il consiglio generale è quello di affrontare la chirurgia estetica con maturità ma senza sopportare troppo a lungo l’ inestetismo. La vita è una sola e alzare – quando possibile – la qualità della stessa non solo è legittimo ma consigliabile.

Hai domande sulla chirurgia estetica? Prova il nostro servizio di consulenza online!