L’otoplastica è l’intervento adatto a me?

La correzione dei padiglioni auricolari è realizzata con lo scopo di correggere dismorfie della zona e precisamente:

  • Orecchie “a sventola”, cioè troppo sporgenti rispetto alla testa
  • Padiglioni troppo grandi
  • Assenza delle normali pliche dell’orecchio (orecchie a conca o piatte)
  • Orecchie a punta, cioè con il cosiddetto “tubercolo di Darwin” (la parte superiore dell’elice) troppo ispessito o irregolare
  • Asimmetria evidente tra i due padiglioni

La preparazione all’otoplastica

Per sottoporsi all’otoplastica è necessario realizzare gli esami clinici prescritti al momento della visita preliminare, che serviranno per confermare lo stato di buona salute del paziente. Come per ogni tipo di intervento chirurgico, anche prima dell’otoplastica bisogna sospendere il fumo e non assumere alcolici. Vanno evitati per una settimana prima dell’appuntamento anche tutti i farmaci che contengono il principio attivo dell’aspirina (acido acetilsalicilico), perché favoriscono il sanguinamento.

Il giorno dell’intervento di otoplastica

In prossimità dell’appuntamento stabilito per l’intervento, il paziente viene contattato per le ultime indicazioni preoperatorie. Il giorno dell’otoplastica, all’orario fissato, il paziente si reca in clinica con il proprio accompagnatore (specie se minorenne), a digiuno e con abbigliamento pratico. Si deve tener conto che, al termine dell’intervento, viene applicato un bendaggio a fascia intorno alle orecchie, quindi non si devono indossare magliette o altri indumenti che possano dare fastidio se infilati dalla testa. È opportuno portare con sé una bandana, un foulard o un ampio cappello per coprire la medicazione una volta dimessi.

I primi giorni dopo l’otoplastica

Nei primi due giorni dall’otoplastica è normale che si verifichino dei gonfiori locali che possono essere limitati con il semplice accorgimento di dormire con due cuscini, in modo da favorire il drenaggio dei liquidi. Non si avverte di norma dolore, se non un certo fastidio o senso di pesantezza alla testa, comunque sono previsti semplici antidolorifici.

Chirurgia estetica orecchie - Otoplastica

Se sei interessato all’ intervento di otoplastica e vuoi sapere di più ti consigliamo di vedere le foto prima e dopo, leggere le informazioni sulla tecnica laser, approfondire i costi e chiedere una consulenza personalizzata.

L’ otoplastica è l’unico intervento di chirurgia estetica consigliabile anche in età pediatrica perché permette di evitare i disagi psicologici che l’ inestetismo comporta. I compagni di scuola deridono il bambino soggetto alle orecchie a sventola ferendo profondamente l’ autostima. Di solito si consiglia di aspettare il completamento dello sviluppo corporeo ma in questo caso i vantaggi dell’ azione immediata superano di gran lunga le eventuali sbavature – molto poco probabili  – che potrebbero formarsi a seguito della crescita del paziente.

Otoplastica: Orecchie a sventola

Finalmente ho le orecchie normali. Andare al mare o in piscina con gli amici era una tortura. Adesso mi sento meglio e potevo farlo prima.
Alberto Maria 16 anni

Ho risolto questo odioso inestetismo con un breve ed indolore intervento chirurgico alla Clinica Pallaoro. Dopo alcune ore sono andato a casa e tutto bene. Grazie mille!
Mario 27 anni

Otoplastica foto prima dopo: 08

Otoplastica foto prima dopo: 08