Vaginoplastica rischi

Vaginoplastica rischi2015-05-12T12:17:52+00:00

Tutti gli interventi chirurgici di qualunque tipo presentano rischi e possibili complicanze. Alcuni di questi sono di tipo generale e cioè comuni alle procedure chirurgiche mentre altri sono legati specificamente al tipo di procedura in questione.

I rischi generali comuni anche nella vaginoplastica sono emorragia, infezione, infiammazioni persistentim reazioni allergiche ai farmaci o all’ anestesia, dolore e necrosi. Dal punto di vista statistico l’incidenza di queste complicanze è irrilevante. La vaginoplastica è un intervento chirurgico che offre un grado di sicurezza molto elevato.

Dal punto di vista specifico la vaginoplastica comporta alcuni rischi che devono essere approfonditi da parte della candidata paziente perché la loro valutazione deve essere antecedente alla scelta di operarsi.

Rischi specifici della vaginoplastica

Insoddisfazione del risultato estetico

Le aspettative da parte della candidata devono essere realistiche in relazione alla situazione anantomica iniziale e ai risultati ottenibili con la tecnica. La visione di foto prima e dopo  aiuta a formare una idea realistica del risultato ottenibile.

Inestetica cicatrizzazione

La capacità di produrre cicatrici di “buona qualità” è legata anche alla specifica caratteristica della paziente. Donne con tendenza alla cicatrizzazione ipertrofica o cheloidea dovrebbero considerare di non operarsi di questo intervento. Comunque è possibile che la cicatrice non sia gradevole e che si debba intervenire nuovamente.

Dolorabilità e parestesia

La zona vaginale è dotata di una innervazione particolarmente sensibile. È possibile che l’intervento causi una modificata sensibilità per un certo lasso di tempo. Di solito la vaginoplastica non comporta dolore o parestesia prolungata.