Loading...

Orecchie a sventola

Orecchie a sventola 2017-08-01T12:03:38+00:00

Cosa sono le orecchie a sventola?

Le cosiddette orecchie a sventola vengono così chiamate per la particolare conformazione che che il padiglione assume a causa di una determinata conformazione della cartilagine dell’orecchio esterno.

Questa caratteristica morfologica non è da considerarsi una malformazione ma semplicemente una sorta di “modello” di orecchio non gradito. L’inestetismo è congenito ed ereditario per cui non è possibile acquisire durante la vita tale difetto morfologico. In pratica il soggetto con le orecchie a sventola, nasce così e tale caratteristica è necessariamente presente in uno o più soggetti in famiglia.

Le orecchie a sventola – è opportuno sottolinearlo – sono esclusivamente un problema di carattere estetico e assolutamente non hanno alcuna influenza negativa sulla funzione dell’udito. Va comunque precisato che il difetto estetico del padiglione auricolare modifica la cornice del viso conferendo un aspetto buffo al soggetto e quindi sottoponendolo ai commenti – particolarmente pesanti quando in età pediatrica – degli “altri”.

orecchio-anatomiaAnatomia dell’ orecchio

  1. Radice superiore dell’antelice
  2. Tubercolo di Darwin
  3. Corpo dell’Antelice
  4. Fossa Scafoidea
  5. Radice dell’Antelice
  6. Coda dell’Elice
  7. Antitrago
  8. Conca Inferiore
  9. Lobulo
  10. Incisura Intertragica
  11. Trago
  12. Radice dell’Elice
  13. Conca Superiore
  14. Radice inferiore dell’Antelice
  15. Fossa Triangolare
  16. Apice dell’Elice

Quali sono gli inestetismi delle orecchie?

Il padiglione auricolare può presentare diversi inestetismi. La maggioranza sono – come detto precedentemente – dovuti a caratteristiche genetiche. In alcuni casi è invece possibile che il difetto estetico sia causato da eventi esogeni.

L’inestetismo percentualmente più comune e psicologicamente più pesante è certamente quello delle orecchie a sventola. Questo è dovuto per la mancata o insufficiente formazione delle pieghe  della Radice Superiore e Inferiore dell’Antelice e del Corpo dell’Antelice.

Altro inestetismo meno frequente è dato dalla irregolarità del Tubercolo di Darwin. In questo caso è proprio l’ eccessiva lunghezza della piega che rende l’orecchi troppo arricciato.

Le dimensioni eccessive – dal punto di vista estetico – vengono comunemente vissute come un difetto estetico. In questo caso si tratta di dimensioni importanti con morfologia armonica.

Gli inestetismi esogeni sono principalmente dovuti all’uso di orecchini troppo pesanti che possono provocare l’ipertrofia del lobo per trazione meccanica. In certi casi si può verificare anche la lacerazione del lobo che crea una fessura allungata.

Correggere le orecchie a sventola senza intervento. Si può?

In commercio vengono proposti alcuni sistemi per la correzione delle orecchie a sventola con il meccanismo della costrizione fisico-meccanica delle stesse. E’ noto alla scienza medica che costrizioni fisiche molto prolungate possono comportare modifiche fisiche permanenti. Ad esempio le Geishe si fasciano i piedi in maniera estremamente costrittiva perché desiderano limitare la dimensione degli stessi. I risultato è la malformazione dei piedi che effettivamente rimangono piccoli. Alcune tribù in Africa applicano anelli al collo per tutta la vita e ciò comporta effettivamente l’allungamento (ma anche l’indebolimento) del collo.

La costrizione meccanica delle cartilagini in generale e di quelle auricolari in particolari è molto difficile perché sono elastiche e tendono ad avere una forte memoria morfologica così che rimuovendo il dispositivo, il padiglione torna alla medesima conformazione.

Le mamme – principalmente in passato – quando vedevano che le orecchie del neonato potessero essere a sventola, applicavano dei cerotti per costringere le stesse a rimanere attaccate alla testa. Questo rimedio casalingo è privo di reale efficacia.

In sintesi, data l’inopportunità di costringere le orecchie per un periodo costante e sufficientemente prolungato, non esistono rimedi naturali per correggere le orecchie a sventola.

Chirurgia estetica delle orecchie a sventola

Le orecchie a sventola sono un difetto estetico pesante sotto il profilo psicologico. Chi subisce questo inestetismo – principalmente se in età pediatrica – è soggetto a vessazioni di vario genere.

La morfologia cartilaginea del padiglione auricolare del paziente affetto da “orecchie a sventola” presenta una parziale (o a volte totale) assenza delle naturali pieghe che donano all’orecchio la conformazione normale.

La correzione delle orecchie avviene attraverso l’intervento di otoplastica. Trattasi di una procedura poco invasiva e di breve durata chirurgica che ha come obiettivo la formazione delle pieghe cartilaginee naturali mancanti. Con una incisione posteriore e l’impiego del laser il risultato è raggiunto in maniera ottimale.

L’intervento di otoplastica è realizzato nei bambini maschi in età pediatrica. La società di chirurgia plastica americana (ASAPS) consiglia l’intervento a partire dei 4 anni d’età. Ciò è giustificato dalla volontà di evitare al piccolo paziente il trauma psicologico delle vessazioni inflitte dai compagni. Le bambine – potendo nascondere l’inestetismo con i capelli – vedono posticipato il momento della nascita del disagio durante l’ adolescenza e richiedono quindi l’intervento nella fascia d’età 16 – 22 anni.

Questo fatto statistico ci offre un interessante spunto per postulare che un inestetismo esiste solo nella misura in cui questo viene individuato dagli altri. Finché l’inestetismo non interferisce nei rapporti sociali questo non è di fatto un inestetismo!

orecchie a sventola

Orecchie a sventola: costi della correzione

La correzione dell’inestetismo auricolare richiede un intervento di chirurgia estetica denominato otoplastica. Questo è eseguito normalmente su entrambe le orecchie anche se i casi di difetti monolaterali non sono del tutto rari.

La procedura – svolta in anestesia locale e sedazione – è realizzata in regime di day surgery e cioè senza il ricovero classico in ospedale. Il paziente – anche in età pediatrica – viene ricoverato alla mattina, viene operato dopo le necessarie procedure organizzative e viene dimesso dopo un adeguato periodo d’osservazione post chirurgica.

Il prezzo indicato comprende tutte le voci di spesa che il paziente deve sostenere. Sono quindi compresi l’onorari del chirurgo estetico, il costo dell’anestesista, i costi della sala operatoria e del ricovero e i costi delle medicazioni e controlli successivi.

Intervento Costo minimo Costo massimo
Otoplastica bilaterale 2500€ 3500€
Otoplastica monolaterale 1800€ 2200€
Correzione lobi 500€ 2000€