Il contenuto di questa pagina è a cura del dott. Carlo Alberto Pallaoro – specialista in chirurgia plastica ed è aggiornato al 27/10/2019. Per informazioni scrivere a info@pallaoro.it.

Chirurgia delle orecchie con l’otoplastica laser

Oggi le orecchie a sventola possono essere corrette in tutta dolcezza, con un semplice intervento laser, che ne modifica forma e dimensioni. Eseguita l’otoplastica, l’orecchio riacquista le giuste proporzioni, lascia minime cicatrici, non visibili perché “nascoste” nella piega retroauricolare.

La tecnica chirurgica di otoplastica laser è particolarmente indicata nei pazienti in età pediatrica in quanto la procedura ridottissimo trauma (gonfiore, ematoma) e di conseguenza ha un postoperatorio veloce e confortevole.

L’ otoplastica laser viene praticata in anestesia locale accompagnata da una sedazione più o meno profonda e non richiede ricovero. L’intervento si avvale del laser CO2 (anidride carbonica) pulsato, uno strumento innovativo che consente di praticare incisioni precisissime e talmente sottili da non lasciare esiti cicatriziali evidenti. Inoltre, tutte le incisioni e le suture vengono praticate nella parte posteriore del padiglione auricolare, perciò, a guarigione avvenuta, sarà davvero individuare le cicatrici residuate.

Otoplastica laser: Precisione e minore invasività

Per il rimodellamento della cartilagine auricolare, sia nella forma che nelle dimensioni si incide il solco retroauricolare, asportando eventualmente una sezione di cute, nel caso in cui l’orecchio sia anche troppo grande. Se é necessaria la ricostruzione dell’ antelice, la cartilagine viene suturata creando una U con alcuni punti di sutura.

La procedura di otoplastica laser richiede una ventina di minuti per orecchio e la medicazione consiste nell’ applicazione di un cerotto chirurgico e di un bendaggio elastico, utile per comprimere per i primi giorni i padiglioni auricolari.

L’ otoplastica è l’unico intervento di chirurgia estetica consigliabile anche in età pediatrica perché permette di evitare i disagi psicologici che l’ inestetismo comporta. I compagni di scuola deridono il bambino soggetto alle orecchie a sventola ferendo profondamente l’ autostima. Di solito si consiglia di aspettare il completamento dello sviluppo corporeo ma in questo caso i vantaggi dell’ azione immediata superano di gran lunga le eventuali sbavature – molto poco probabili  – che potrebbero formarsi a seguito della crescita del paziente.

Quanto costa?

La procedura di otoplastica per la correzione bilaterale delle orecchie a sventola ha un costo medio di 3000 euro. Tale prezzo comprende tutte le voci di spesa senza alcuna esclusione. Tale importo può presentare una certa variabilità in relazione alla specifica difficoltà del caso specifico. Per conoscere il costo specifico del proprio intervento è consigliabile sottoporsi alla visita con il chirurgo estetico oppure richiedere una consulenza online.