Liposuzione

/Liposuzione
Liposuzione 2018-07-03T17:12:55+00:00

liposuzione area programmata

Liposuzione – Liposcultura foto, costi

La liposuzione è una tecnica di chirurgia estetica che ha la finalità di modellare il corpo attraverso l’aspirazione di grasso dal pannicolo adiposo. È stata inventata oltre 40 anni fa ed ha subito nel tempo notevoli innovazioni. Attualmente nel panorama medico scientifico sono disponibili diverse tecniche di liposuzione. La tecnica assolutamente più all’ avanguardia è denominata tumescente. La specifica procedura prevede l’infiltrazione di soluzione fisiologica, anestetico ed un farmaco vasocostrittore nella zona interessata.




SCEGLI

Ho letto e autorizzo privacy

I vantaggi della liposuzione tumescente sono molteplici ma si possono riassumere in una maggiore efficacia e sicurezza. La personale evoluzione della medesima tecnica sviluppata dal dott. Carlo Alberto Pallaoro è Tumescent Super Wet Technique. Tale procedura consiste nella somministrazione della soluzione personalizzata in loco a diverse profondità nel tessuto adiposo.
La lipoaspirazione è un intervento molto efficace nel ridurre le adiposità localizzate con lo scopo di modellare il corpo. Non è invece un mezzo che deve essere inteso come sostituzione di un corretto regime alimentare.

Argomenti: liposuzione, liposcultura, lipoaspirazione

Liposuzione
4.6 (92.86%) 42 votes

Liposuzione foto

liposuzione esempio 0012

Rimozione degli accumuli adiposi

Modellamento glutei

Liposcultura glutei

Modellamento dei glutei adiposi

Liposcultura addome 0014

liposuzione esempio 0014

Riduzione degli accumuli adiposi addome e cosce

Protocollo Pallaoro Super Wet Technique

  • Migliore plasmabilità del pannicolo adiposo grazie all’infiltrazione di soluzione fisiologica (tumescente) nel pannicolo adiposo prima di procedere con l’intervento che amplifica i volumi
  • Maggiore precisione d’intervento anche in zone delicate per l’utilizzo di cannule specifiche per ogni zona del corpo
  • Riduzione temporanea della irrorazione di sanguigna con minore perdita ematica grazie all’ infiltrazione nel pannicolo adiposo di epinefrina (vasocostrizione)
  • Maggiore volume aspirabile per la ridotta perdita ematica grazie al punto precedente
  • Effetto analgesico prolungato per un post operatorio confortevole (dolore) grazie all’ impiego di anestetici locali nella zona interessata all’ intervento e sottoposta a vasocostrizione
  • Minor durata della convalescenza per la minore formazione di ecchimosi ed edema
  • Veloce ritorno al sociale grazie alla minore invasività chirurgica ed anestesiologica
  • Riduzione generale dei rischi e complicanze legate alla procedura
0 kg
Adipe mediamente aspirato
0 minuti
Durata dell’intervento
0 giorni
Ritorno al sociale

La liposuzione è un intervento adatto a me?

Con la liposuzione si ottiene un efficace rimodellamento dei volumi del corpo, ma solo nel caso in cui i tessuti cutanei si dimostrino elastici a sufficienza. Infatti, determinando un reale svuotamento del contenuto del pannicolo adiposo, la liposuzione potrebbe lasciare la pelle più rilassata rispetto alla condizione iniziale. Ecco perché in sede di visita preliminare, il chirurgo analizza non solo la distribuzione del grasso e la sua qualità, ma anche lo spessore e la tonicità della pelle. In tal modo si può scegliere il percorso chirurgico ideale.

La tecnica è adatta in tutti i casi in cui si vogliano risolvere questi problemi:

  • Cuscinetti adiposi
  • Irregolarità nei profili del corpo dati da accumuli di grasso
  • Impossibilità di eliminare gli accumuli con dieta e attività fisica (la liposuzione non è un’alternativa ad un corretto regime alimentare per il controllo del peso)
  • Adipe localizzato in punti precisi
  • Adiposità diffusa con cute tonica

L’intervento non è consigliabile in pazienti minorenni e che comunque non abbiano concluso lo sviluppo. In linea di massima si ritiene che aspettare l’età di 20 anni sia opportuno anche perché un intervento prematuro potrebbe portare a risultati non stabili nel tempo.

La liposuzione non è un intervento sostitutivo dell’attività sportiva e della alimentazione equilibrata. La procedura ha l’obiettivo di modellare la forma del corpo rimuovendo accumuli adiposi molto specifici. Di solito tale risultato non è raggiungibile se non chirurgicamente.

La liposuzione “semplice” è fattibile quando l’elasticità della cute è adeguata al volume adiposo da rimuovere. La tecnica chirurgica con micro chirurgia permette di eseguire l’intervento anche quando l’elasticità è lievemente carente. Se invece manca una notevole tonicità, l’intervento non potrà essere eseguito.

Questo intervento modella il tessuto adiposo e conseguentemente il profilo corporeo nei limiti legati al pannicolo adiposo. La gradevolezza della forma del corpo è legata anche a molti altri fattori come ad esempio la struttura ossea, la consistenza muscolare e la tonicità cutanea. Il paziente dovrà avere aspettative corrette per rimanere soddisfatto dal risultato ottenibile. Risulta opportuno parlare di questo tema con il chirurgo estetico durante la visita.

Pre operatorio e preparazione

Il primo passo per stabilire l’intervento ideale è la visita preliminare con il chirurgo. In questa sede si chiariscono i dubbi riguardo alle diverse tecniche e si valuta ogni possibile alternativa o procedura complementare che possa essere la soluzione migliore per ogni caso.

Le indicazioni mediche relative alla preparazione all’intervento di liposuzione vengono fornite al termine del primo consulto con il chirurgo, durante il quale lo specialista raccoglie un’ampia anamnesi sullo stato di salute del paziente e su quali farmaci assume di norma. Indicativamente, una settimana prima del giorno stabilito, si dovrà evitare di fumare e di assumere farmaci (se non autorizzati dal chirurgo e dall’anestesista) e in particolare aspirina, perché favorisce il sanguinamento. Solo se gli esiti dell’anamnesi risultano nella norma, ci si può sottoporre all’intervento.

esami clinici liposuzione

Verranno prescritti gli esami clinici che nella liposuzione normalmente sono gli esami del sangue (tasso di protrombina, tempo tromboplastina parziale, transaminasi, glicemia, VES, ionemia, azotemia, emocromo) e l’ elettrocardiogramma. Se il paziente dovesse evidenziare qualche fattore rilevante in fase d’anamnesi si procederà con ulteriori accertamenti. Gli interventi di chirurgia estetica in generale non vengono eseguiti in pazienti che presentano problemi di salute. Pazienti con patologie croniche possono essere operati solo se non è presente una specifica controindicazione.

Quando durante la visita specialistica non si verificano particolari condizioni che sollevano dubbi sulla salute del paziente candidato, il chirurgo estetico prescrive gli esami clinici di routine che sono composti dall’accertamento ematochimico (esami del sangue) e l’elettrocardiogramma. Se invece l’anamnesi focalizza specifiche problematiche, il medico procederà con maggiori approfondimenti.

Non c’è alcuna specifica indicazione di ciò che bisogna o non bisogna mangiare nella fase pre operatoria.  Come indicazione generale è opportuno osservare un regime alimentare equilibrato che offra al corpo tutti gli elementi necessari. Il giorno prima dell’intervento è indicato mangiare leggero e osservare il digiuno totale dopo mezza notte.

  • Esami clinici:
    Fare gli esami del sangue e l’E.C.G. prescritti durante la visita medica. Questi esami servono per certificare lo stato di salute compatibile all’intervento di liposuzione.

  • Salute:
    Il paziente ammesso all’ intervento di liposuzione deve avere uno stato di salute compatibile con l’atto chirurgico. Esistono controindicazioni che devono essere escluse durante la visita specialistica.

  • Farmaci:
    Prima di procedere alla’intervento è opportuno sospendere – dopo aver sentito il proprio medico curante – l’assunzione di determinati farmaci antinfiammatori che possono aumentare il rischio di sanguinamento. Il più comune di questi è l’ aspirina (acido acetilsalicilico). Comunque tutti i farmaci assunti devono essere comunicati al chirurgo estetico durante la visita.

  • Fumo:
    Ridurre o eliminare – per i pazienti fumatori – l’uso di tabacco. Il fumo aumenta l’incidenza di alcuni rischi della chirurgia in generale. Questa indicazione deve essere osservata anche durante la fase di guarigione.

  • Assistenza:
    Durante le prime 24 ore dopo la liposuzione è necessario che il paziente sia assistito. La sedazione impiegata durante la rinoplastica può dare una sensazione di ebrezza. Non è inoltre possibile guidare sempre per lo stesso periodo di tempo.

Il giorno dell’ intervento di liposuzione

Il ricovero è programmato alla mattina dell’intervento e normalmente verso le 09:00. Il paziente è invitato a presentarsi con un abbigliamento comodo (tuta da ginnastica con cerniera). È richiesta la presenza di un accompagnatore principalmente nella fase delle dimissioni e nelle successive 24 ore.

Dopo la riconvalida da parte del medico specialista in anestesia degli esami clinici portati dal paziente e la visita anestesiologica in paziente accede alla sala operatoria. Il dott. Carlo Alberto Pallaoro procede al disegno del programma chirurgico sulla cute del paziente in posizione eretta. Successivamente l’anestesista esegue la procedura anestesiologia programmata. Di norma la liposuzione viene eseguita in anestesia locale o peridurale accompagnata da sedazione intravenosa.

La tecnica specifica di liposuzione è quella tumescente che prevede l’infiltrazione di epinefrina (vasocostrittore) e mepivacaina (anestetico locale) diluiti in soluzione fisiologica. Ciò consente di ridurre temporaneamente l’afflusso di sangue nel pannicolo adiposo e offre molti altri vantaggi.

Si procede quindi con le incisioni attraverso le quali la sottile cannula aspira le cellule adipose modellando progressivamente il profilo. Il chirurgo deve controllare progressivamente il riassestamento cutaneo per evitare di ridurre il volume oltre a quanto consente l’ elasticità cutanea. Il modellamento efficace avviene anche controllando la simmetria bilaterale. Concluso l’atto chirurgico viene applicato un punto di sutura per ogni incisione eseguita per poi procedere con uno speciale bendaggio compressivo che verrà tenuto di media per una settimana.

Il paziente viene trasportano nella sua camera di degenza post operatoria dove riposerà per le ore successive.

Liposuzione: Post operatorio

L’infiltrazione dell’ anestetico locale nella zona operata produce un effetto analgesico prolungato. L’ impiego del vasocostrittore prolunga ulteriormente tale effetto. Il paziente per le ore successive alla liposuzione non ha alcuna sensazione dolorosa.

Il gonfiore che si determina nei primi giorni dopo la liposuzione è dato dal ristagno dei liquidi infiltrati prima dell’intervento e dalle ecchimosi che si formano normalmente a causa dell’azione aspiratrice. I bendaggi e gli indumenti compressivi prescritti limitano la formazione dell’edema, così come l’osservazione scrupolosa delle indicazioni comportamentali. Mediamente, le normali attività si possono riprendere a distanza di 10-15 giorni dall’intervento, sempre gradualmente e dopo il parere del chirurgo.

Il dolore, simile ad una tumefazione diffusa, è sempre periferico e si controlla facilmente con i farmaci prescritti. Dopo tre settimane circa dalla liposuzione, è buona norma sottoporsi a massaggio linfodrenante per favorire lo smaltimento dei liquidi e aiutare la normalizzazione dei tessuti. Il risultato definitivo della liposuzione è visibile dopo poche settimane, una volta riassorbito completamente l’edema.

Alcuni giorni dopo l’intervento è consigliabile eseguire un ciclo di sedute di linfodrenaggio. In questo modo infatti si favorisce l’ eliminazione dei liquidi che ristagnando nei tessuti provocano spiacevoli gonfiori. Per lo stesso motivo dopo la liposuzione sarà necessario portare per una settimana una guaina per comprimere la parte interessata. Anche dopo la rimozione dei punti la guaina andrà indossata per altre 3-4 settimane.

Il decorso post operatorio è compatibile con la vita quotidiana. Basterà riposare per una settimana e si potrà poi riprendere la propria normalità. Tre settimane sono invece sufficienti perché si possa riprendere il jogging, la danza e lo joga. Per gli sport più estremi invece dovranno passare quattro settimane. Anche l’attività intima dovrà aspettare un paio di settimane se la procedura ha interessato determinate zone sensibili.

Il gonfiore dopo la liposuzione

Il gonfiore (formazione di edema) è normale dopo un atto chirurgico in generale. La liposuzione – in quanto intervento chirurgico che interessa una superficie corporea estesa – è caratterizzata dalla tendenzialmente rilevante formazione edematosa. Si tratta di una risposta normale del corpo al trauma chirurgico che tende a riassorbirsi velocemente nell’arco di qualche giorno. Per controllare e contrastare l’eccessiva formazione di edema, il paziente viene bendato con uno speciale bendaggio compressivo e dovrà usare indumenti elasticizzati nel post operatorio.

Sono consigliati anche massaggi drenanti per favorire il riassorbimento dell’edema. La maggior parte del gonfiore è riassorbito entro un paio di settimane ma il completo riassorbimento può richiedere anche un paio di mesi.

Il risultato della liposuzione

L’ intervento offre risultati permanenti in quanto la procedura non riduce il contenuto adiposo (ciò si ottiene dimagrendo) ma riduce il numero di cellule adipose che contengono il grasso. Ciò vuol dire che il tessuto adiposo viene definitivamente ed irreversibilmente modificato. Questo non vuol dire che il paziente può non deve condurre una equilibrata vita ( movimento e alimentazione).

L’assunzione di troppe calorie in relazione a quelle consumate non indurrà l’aumento di cellule adipose ma l’aumento di adipe all’interno di quelle rimanenti. Per mantenere il risultato ottenuto è fondamentale che il paziente conduca una vita equilibrata in relazione all’attività fisica e all’assunzione di calorie.

Quanto tempo devo aspettare per vedere il risultato? Nella realtà il risultato finale è visibile immediatamente dopo l’intervento. Purtroppo dopo i tessuti subiscono la normale reazione che consiste nel gonfiore postoperatorio. Tale edema “nasconderà” il risultato dell’intervento per qualche settimana. Per ammirare completamente il nuovo profilo ottenuto sarà necessario aspettare il completo riassorbimento dell’ edema.

Mantenere il risultato

Per mantenere il risultato non basterà mantenere il proprio peso ma bisognerà prestare attenzione con i fattori esterni che tendono a minare l’ elasticità cutanea. La riduzione della elasticità cutanea rende il profilo meno sodo e gradevole. I fattori che riducono l’elasticità cutanea sono l’eccessiva esposizione ai raggi solari, il fumo e l’invecchiamento.

Una recente ricerca scientifica ha dimostrato che la liposuzione – modificando il rapporto corporeo massa grassa / massa magra – abbassa i livelli di trigliceridi nel sangue. Essendo lo studio effettuato molto recentemente, i dati devono ancora essere confermati nel lungo periodo. I pazienti operati dopo 3 mesi hanno riscontrato un sensibile abbassamento di questo valore ematico. Se ciò venisse confermato da studi successivi, la liposuzione acquisirebbe – oltre che al classico ruolo estetico – un valore terapeutico di prevenzione di patologie collegate alla ipertrigliceridemia.

Vedi: Quanti chili si perdono?

Cicatrici

La liposuzione di per sé non lascia cicatrici  evidenti, perché le uniche incisioni sono millimetriche e realizzate per consentire l’accesso della cannula. In breve tempo, i sottili e brevi segni sbiadiscono confondendosi in modo ottimale con la pelle. Il numero di cicatrici (incisioni) necessarie per eseguire l’intervento è proporzionale alla superficie interessata al modellamento. La liposuzione al viso ha mediamente tre incisioni di 2 / 3 millimetri. Interventi che coinvolgono una superficie estesa del corpo possono richiedere anche 6 / 8 piccole incisioni. Comunque il problema degli esiti cicatriziale – particolarmente importante in altri interventi come la mastopessi e l’ addominoplastica – non è un argomento rilevanti quando si tratta di correggere il profilo del corpo con la liposuzione.

Le cicatrici hanno un processo di maturazione per cui passano da rosse e rilevate a perlacee e piatte. Questo processo può richiedere pochi mesi ma in alcuni casi è necessario un maggior tempo.

Liposuzione costi: Quanto costa l’intervento?

I costi della liposuzione sono un fattore decisionale molto rilevante per il paziente.  Effettivamente potendo appesantire le finanze spesso il paziente rinuncia oppure ricerca soluzioni più economiche. La clinica Pallaoro soddisfa da 30 anni l’ aspettative dei pazienti offrendo esclusivamente servizi chirurgici estetici di elevata qualità a prezzi competitivi.

Come è possibile coniugare qualità ed economicità? Grazie all’ ottimizzazione delle risorse mediche / strutturali, migliaia di pazienti sono stati operati in questi anni usufruendo di un rapporto prezzo / qualità estremamente competitivo. Ovviamente senza risparmiare in sicurezza: Ogni intervento viene eseguito in sala operatoria e personalmente da parte del dott. Carlo Alberto Pallaoro. È presente continuamente un anestesista assistito da strumenti elettronici per il controllo delle funzioni vitali.

L’ amministrazione facilita l’ accesso a finanziamenti convenzionati che permettono ai pazienti di pagare in maniera dilazionata e personalizzata.

Vedi: Costi | Pagamento a rate

Rischi dell’intervento di liposuzione

Ogni anno vengono realizzati molte migliaia d’ interventi di liposuzione soddisfacente il desiderio di modellare il proprio profilo. I rischi legati a questa procedura sono statisticamente poco frequenti e opportuni accorgimenti tecnologici, chirurgici ed organizzativi rendono l’intervento ancora più sicuro. La particolare tecnica di liposuzione tumescente realizzata nella nostra clinica ha dimostrato in questi oltre 32 anni d’esperienza di essere sicura ed efficace. Il paziente comunque deve essere informato dei rischi – anche solo teorici – ai quali si sottopone.

Alcuni rischi sono di carattere estetico come ad esempio irregolarità cutanea, asimmetria o in generale risultato insoddisfacente. Altri rischi sono invece di carattere sanitario come edema persistente, dolore, infezione, sanguinamento, ecc.

Il paziente prima di sottoporsi all’intervento dovrà rilasciare un consenso informato consapevole anche dei rischi – anche remoti – ai quali va potenzialmente incontro.

Controindicazioni della liposuzione

Le controindicazioni all’ intervento sono situazioni cliniche per le quali la procedura è sconsigliata in maniera assoluta o comunque richiede una particolare valutazione. Per un paziente sano la liposuzione – in genere – non presenta controindicazioni. Le patologie che possono rendere sconsigliabile l’intervento sono diabete, disturbi cardiaci e renali, difficoltà di coagulazione. Anche i problemi vascolari come varici, flebite o capillari molto evidenti possono rappresentare un freno al buon esito della liposuzione.

Per verificare la fattibilità della liposuzione è necessario raccogliere una accurata e specifica anamnesi della storia medica del candidato e sottoporlo alle verifiche cliniche del caso. Prima di scegliere la liposuzione è bene avere un peso stabile e adottare un corretto regime alimentare e un salutare stile di vita.

La procedura di liposuzione può essere eseguita solo su pazienti maturi psicologicamente e mentalmente equilibrati. I pazienti devono anche avere aspettative realistiche per quanto riguarda il risultato. Devono ricordare che la procedura non è una soluzione per perdere peso.

Anche se la procedura di liposuzione può aiutare a rimuovere il grasso in eccesso in diverse aree del corpo, i pazienti sottoposti alla procedura dovrebbero comunque cercare di perdere il peso in eccesso attraverso diete e attività fisica.

Alcuni farmaci rappresentano controindicazioni alla liposuzione. Questi dovranno essere evitati – dopo l’autorizzazione del medico curante – prima di procedere con la chirurgia. Se i farmaci non potranno essere sospesi, il paziente non potrà sottoporsi alla liposcultura. Ad esempio coumadina ed eparina sono farmaci controindicati.

Pazienti allergici ai farmaci impiegati nell’anestesia non possono sottoporsi all’intervento. Una reazione allergica a questi farmaci potrebbe avere esiti fatali.

Le pazienti in stato di gravidanza o che hanno partorito da meno di 6 mesi non possono sottoporsi alla lipoaspirazione.  È meglio lasciare che il corpo guarisca completamente prima di procedere con il modellamento chirurgico.

Coloro che hanno anche subito un intervento chirurgico maggiore o quelli che sono stati sottoposti ad anestesia generale negli ultimi sei mesi non possono optare per la procedura di liposuzione.

La liposuzione è anche controindicata nei pazienti che hanno malattie come cancro, malattie renali, malattie della tiroide e diabete. Per coloro che hanno infezioni cutanee o sistemiche, la liposuzione può essere eseguita solo quando l’infezione è già guarita da tempo. Sottoporsi a un intervento chirurgico mentre si ha un’infezione può portare alla diffusione dell’infezione in altre aree del corpo. Ciò può causare un effetto negativo sul recupero del paziente. In alcuni casi, l’infezione può anche essere fatale se non identificata e trattata immediatamente.

Le controindicazioni della procedura sono limitate. Le patologie che possono rendere sconsigliabile l’intervento sono diabete, disturbi cardiaci e renali, difficoltà di coagulazione. Anche i problemi vascolari come varici, flebite o capillari molto evidenti possono rappresentare un freno al buon esito della liposuzione.

Nonostante la probabilità dell’avverarsi di una complicanza sia limitata, il paziente deve essere consapevole dei rischi possibili.

Le controindicazioni sono fattori per i quali l’intervento è sconsigliato. Per un candidato in buono stato di salute l’ intervento di liposuzione non ha specifiche controindicazioni. Ci sono alcune patologie che possono rendere sconsigliabile la liposuzione (ad esempio: diabete, disturbi cardiaci e renali, difficoltà di coagulazione, varici, flebite, ecc).

Per determinare l’ eseguibilità della liposuzione è necessario raccogliere una accurata anamnesi della storia medica dello stesso e sottoporlo alle verifiche cliniche del caso. Di norma per la liposuzione vengono eseguiti esami ematochimici ed elettrocardiogramma. Se durante la visita si dovessero riscontrare circostanze anomale, il chirurgo prescriverà maggiori approfondimenti diagnostici.

Prima di optare per gli interventi di rimodellamento dei volumi è bene avere un peso stabile e adottare un corretto regime alimentare e un salutare stile di vita. Questo eviterà di compromettere i benefici della liposcultura e di goderne più a lungo.

Liposuzione maschile

Liposuzione maschileNegli uomini, le zone di maggiore accumulo adiposo sono prevalentemente l’addome, i fianchi e il torace. La presenza di cuscinetti adiposi evidenti per l’uomo crea un grosso problema psicologico soprattutto quando interessano la zona toracica, cioè si vengono a formare protuberanze sulle mammelle simili ad un seno femminile. Questa condizione può essere accompagnata anche da una disfunzione, detta ginecomastia, che comporta uno sviluppo anomalo della ghiandola mammaria.

Se funzionalmente questo disturbo non ha nessuna rilevanza e non interferisce in alcun modo sulla salute, dal punto di vista psichico può invece essere un fattore patologico, perché ad essere intaccata è la virilità dell’uomo.

L’eccesso di adiposità localizzata nella zona pubica può comportare nell’uomo problemi intimi in quanto l’eccessivo volume adiposo può infossare il membro riducendo la sua lunghezza effettiva. Anche in questo caso la liposuzione maschile dimostra la sua efficacia nella correzione del profilo corporeo.

Liposuzione del viso

Il viso è una parte più importante della propria immagine. Tutti gli interventi di rimodellamento di questa zona vanno perciò stabiliti con scrupolo e dopo aver vagliato attentamente i benefici e i rischi.

La liposcultura del viso è realizzata con il fine di ridurre alcuni piccoli cuscinetti adiposi che si dimostrano resistenti anche alla dieta. Le incisioni realizzate per eseguire questo intervento sono tipicamente posizionate sotto il mento e dietro il lobi delle orecchie. Queste sono di dimensioni ridotte e risultano assolutamente poco visibili. Come ogni intervento di liposuzione è importante constatare che la pelle sia adeguatamente elastica per assecondare il rimodellamento volumetrico. Ovviamente la procedura al  viso viene realizzata in anestesia locale accompagnata da una sedazione.

La procedura può essere eseguita soltanto quando la pelle risulta essere sufficientemente elastica per assecondare il modellamento volumetrico.

Domande frequenti

Liposuzione addome per dimagrire la pancia?

La procedura in questione rimuove il tessuto adiposo dalla zona addominale ma non deve essere intesa come metodo alternativo al dimagrimento ottenuto cn la corretta alimentazione. Anzi, il paziente candidato a questo intervento dovrebbe cercare di giungere al giorno dell’intervento con il peso più vicino possibile al peso forma.

Ho il viso troppo tondo. Posso correggere la forma con la liposuzione?

Una delle finalità più richieste della liposcultura è proprio quella di correggere il viso eccessivamente paffutello. Il pannicolo adiposo al volto in alcuni paziente può essere davvero rilevante e rendere l’aspetto eccessivamente tondeggiante. Grazie alla aspirazione dell’adipe in eccesso si potrà ritrovare un forma più spigolosa e gradevole del viso.

Ho 23 anni, abito a Milano e vorrei sottopormi alla liposuzione presso la vostra Clinica. Cosa mi consigliate?

La nostra Clinica e l’esperienza del dott. Carlo Alberto Pallaoro sono scelti ogni giorno da moltissimi pazienti provenienti da Milano e da tutta Italia in generale. Per rendere più semplice l’accesso da parte di colore che arrivano da fuori regioni, suggeriamo di servirsi della nostra consulenza online che permette, rimanendo comodamente a casa, di conoscere l’indicazione chirurgica al proprio inestetismo ed il relativo prezzo personalizzato. Dopo si potrà quindi procedere con la prenotazione dell’intervento che comporta comunque una visita preoperatoria – in questo caso – di conferma di quanto illustrato online.

Ho sentito che la liposuzione è dolorosa. E’ vero?

Questa procedura chirurgica, correttamente eseguita da un chirurgo estetico con esperienza su un paziente adatto in una sala operatoria a norma con l’assistenza di un adeguato anestesista ed impiegando strumentazione di qualità e sterile, non è particolarmente dolorosa. Per la prima settimana vendono prescritti farmaci analgesici semplici per cui normalmente i pazienti non riferiscono episodi di dolore acuto. Il dolore in chirurgia estetica può essere un sintomo di una complicanza. E’ quindi consigliabile consultare il chirurgo per dissipare ogni dubbio.

E’ meglio la liposuzione o la liposcultura?

Liposcultura è un sinonimo “artistico” della liposuzione. Non esiste alcun differenza tecnica ma solo un nome più “affascinante”. Anche il termine lipoaspirazione è sinonimo equivalente del termine.

Vai all’inizio della pagina liposuzione