primaprima

Quando il mio naso viene ridotto con la rinoplastica, dove va a finire la pelle in eccesso?

Questa è una domanda molto comune che trova risposta in una delle più interessanti caratteristiche della pelle: l’ elasticità. Grazie a questa caratteristica il tessuto cutaneo dopo la riduzione ad esempio del gibbo – che per anni ha dato la forma al naso e alla pelle – procede immediatamente con l’assecondamento della nuova struttura. La pelle è un organo dalle capacità straordinarie e questo accomodamento cutaneo succede nel 99.99% dei casi dopo la rinoplastica. Solo nei rarissimi casi di procedure di chirurgia estetica del naso in persone anziane si potrà verificare una difficolta nel assecondare la nuova forma. In questi casi si procederà ad una piccola incisione a livello glabellare per ridurre la pelle in eccesso.

Gli interventi di chirurgia estetica sono elettivi. Ciò vuol dire che possono (e devono) essere rimandati se il paziente non è pronto ad esprimere un consenso chiaro e consapevole. Se ti rimangono dubbi puoi approfittare del modulo sottostante per richiedere un chiarimento.

Prenota visita
Consulenza per immagini
Video

Elasticità cutanea

La pelle ha la caratteristica di essere elastica. Con gli anni questa elasticità tende a diminuire ma di solito la pelle del naso, anche per la presenza maggiore di ghiandole sebacee, normalmente presenta un grado di elasticità superiore. La pelle che prima della rinoplastica ricopriva il naso in maniera perfetta il naso troppo grande o aquilino, accompagnerà la nuova forma del naso grazie alla suddetta elasticità cutanea. Non rimane pelle in eccesso dopo la rinoplastica.

Se l’elasticità cutanea è insufficiente?

Il naso presenta caratteristiche speciali dal punto di vista cutaneo. Si tratta di un tessuto mediamente più tonico, idratato e grasso  rispetto al resto del viso. Ciò di norma comporta che non rimanga pelle in eccesso quando si esegue la rinoplastica. In alcuni casi, quando il paziente è anziano oppure la pelle ha subito un marcato invecchiamento (ad. esempio a seguito di eccessiva esposizione raggi solari) potrebbe capitare che la pelle del naso non sia effettivamente sufficientemente elastica. In questo caso il chirurgo dovrà attuare qualche accorgimento per evitare che effettivamente la pelle rimanga in eccesso. Di norma si procede con una piccola incisione a livello glabellare per procedere ad un lifting del naso. Si tratta di una condizione assolutamente infrequente.

Approfondimenti e pagine correlate