Trapianto capelli
Foto
Video
Costi
Consulenza
Visita

Egidio è un giovane paziente che ha subito una precoce perdita di capelli causando un consistente deterioramento dalla percezione di se stesso. Il  trapianto capelli eseguito con tecnica Micro FUE ha permesso a Egidio di ripristinare l’immagine di naturale giovinezza senza cicatrici.

trapianto capelli 2005 01
trapianto capelli 2005 02 egidio
trapianto capelli 2005 03 egidio
trapianto capelli 2005 video egidio

Il trapianto capelli nei pazienti giovani

Un giovane paziente con problemi di calvizie o diradamento deve sottoporsi all’intervento di trapianto capelli? Conviene ad un paziente di 20 anni fare questo intervento? A quale età è consigliabile pensare di sottoporsi alla chirurgia dei capelli? Ecco queste sono le domande che si pone un giovane paziente che intende avvicinarsi alla correzione chirurgica della calvizie o diradamento.

La risposta a questi quesiti non è univoca e assoluta. Ci sono alcuni fattori che vanno considerati e che possono variare da soggetto a soggetto. Alla base del ragionamento va compreso che un paziente che ha una età compresa tra i 20 e i 35 anni con ogni probabilità non ha ancora completato la perdita dei capelli. E’ assolutamente plausibile che il paziente perda ancora i capelli. Per una previsione della perdita è opportuno osservare la condizione dei genitori in quanto l’alopecia androgenetica – come bene dice il nome – è ereditaria.

Sapendo che si perderanno ancora i capelli, è consigliabile operarsi subito? E’ meglio forse aspettare qualche anno per correggere la calvizie? Ogni paziente trova la risposta a queste domande. Noi ci limitiamo a chiarire che posticipare l’intervento in una situazione di disagio psicologico, comporta una prolungata sofferenza. Invece operarsi subito migliora l’autostima e dona serenità. In questo ultimo caso il paziente deve essere consapevole che dopo alcuni anni bisognerà fare un secondo intervento integrativo. La tecnica Micro FUE ad espianto sezionale è talmente poco invasiva che non rende problematico il secondo trapianto.