Blefaroplastica: Il dolore è assente durante e dopo l’intervento

La blefaroplastica viene eseguita in anestesia locale e sedazione con l’ impiego anche di epinefrina per la vasocostrizione chirurgica. Il dolore durante l’intervento è ovviamente assente ed il paziente non è vigile. Questo tipo di terapia anestetica ha la caratteristica di avere un effetto analgesico prolungato per cui il il paziente non ha nessuna sensazione dolorosa nell’ immediato post operatorio.

Tutti gli interventi chirurgici producono un trauma il quale genera una certa sensazione di dolore. Tenendo conto che ogni paziente ha una soglia del dolore diversa, nel caso specifico la blefaroplastica non prevede comunque un livello di dolore rilevante. Nel caso in cui dopo una blefaroplastica il dolore fosse fastidioso il chirurgo prescriverà classici farmaci analgesici per via orale. Questi dovrebbero essere in grado di lenire efficacemente il dolore.

Il dolore lieve è normale in ogni decorso post operatorio. Se il dolore diventa acuto può essere un segno di complicanza e quindi è consigliabile chiamare immediatamente il chirurgo estetico. La clinica Pallaoro offre un servizio di assistenza post operatoria 24 ore al giorno 7 giorni alla settimana.

Osservare le indicazioni del post operatorio

Spesso il dolore dopo gli interventi di chirurgia estetica è acuito perché il paziente non osserva le prescrizioni post operatorie (riposo, farmaci, protezione, ecc). La mancata osservazione delle indicazioni post operatorie spesso è causata dall’assenza di dolore. Se il paziente non sente male, può pensare di essere già guarito e quindi si muove normalmente.

La blefaroplastica non fa male se il paziente segue con attenzione tutte le prescrizioni post operatorie.

Blefaroplastica dolore dopo l'intervento

Blefaroplastica dolore: Capire quando può essere importante

Blefaroplastica dolore, se è acuto…

Il dolore post-operatorio in seguito a una blefaroplastica è generalmente assente o molto lieve, e può essere facilmente gestito con l’assunzione di analgesici comuni. Questi farmaci sono solitamente sufficienti per alleviare qualsiasi disagio legato all’intervento. Tuttavia, è importante essere consapevoli che in assenza di complicanze, il dolore dovrebbe rimanere a un livello gestibile.

Se si verifica un’infezione, i sintomi possono includere un aumento del dolore, accompagnato da rossore e calore nella zona operata. In questi casi, è fondamentale un intervento tempestivo per gestire la complicanza, che può includere l’uso di antibiotici mirati e una pulizia accurata dell’area interessata.

In casi estremamente rari, alcuni pazienti possono sperimentare un dolore intenso e acuto localizzato dietro il bulbo oculare. Questo può essere un segnale di un ematoma profondo che esercita pressione sul nervo. Se non trattato immediatamente, questo tipo di complicanza può portare a conseguenze gravi, come la perdita della vista nell’occhio interessato. Pertanto, è cruciale che in presenza di un dolore acuto e insolito, il paziente cerchi immediatamente assistenza medica presso un pronto soccorso, informando il personale sanitario di aver subito una blefaroplastica. Questo permetterà ai medici di fornire un trattamento adeguato e tempestivo per prevenire ulteriori complicazioni.

È importante sottolineare che la comunicazione aperta e tempestiva con il proprio chirurgo e il team medico è essenziale in caso di qualsiasi cambiamento o preoccupazione post-operatoria. La prevenzione e la gestione tempestiva delle complicanze sono fondamentali per garantire una guarigione ottimale e ridurre il rischio di effetti collaterali a lungo termine.