liposuzione cuscinetti

Modellare i fianchi con la liposuzione cuscinetti

Vengono chiamati comunemente “cuscinetti” gli accumuli adiposi localizzati. Sono concentrazioni di grasso che si trovano in ristretti circoscritti del corpo come le culotte de cheval o le maniglie dell’amore. Quando si parla di cuscinetti normalmente si tratta di un paziente con il profilo armonico eccetto la presenza dello specifico difetto. Questa tipologia di paziente è quella ottimale per la liposuzione in quanto si tratta di aspirare localizzatamente la concentrazione di grasso senza la necessità d’ intervenire su vaste zone.

Prenota visita
Consulenza per immagini
Video

Da un altro punto di vista la liposuzione è il trattamento ottimale per chi soffre di questi cuscinetti adiposi in quanto – come precedentemente indicato – il soggetto tende ad essere normopeso e quindi riduzioni dello stesso non comportano, oltre ad essere difficoltose, non comportano un miglioramento.

La liposuzione dei cuscinetti normalmente è eseguita in anestesia locale data la ridotta zona interessata alla correzione. Il paziente potrà ritornare alle proprie attività praticamente subito. Il periodo post operatorio è minimo anche se dovrà comunque attenersi all’indicazioni del chirurgo. Le zone del corpo dove si presentano più frequentemente i cuscinetti sono fianchi, esterno cosce, interno cosce e ginocchia.

Chi si rivolge al chirurgo estetico per il modellamento del corpo non deve ritenere l’intervento un’alternativa alla corretta alimentazione all’ attività fisica. Il risultato ottenuto dalla chirurgia è permanente ma richiede attenzione da parte del paziente nel condurre uno stile di vita sano.

Cuscinetti: Perché si formano?

I cuscinetti sono accumuli adiposi che possono essere predeterminati congenitamente oppure possono essere dovuti ad un incremento del peso ponderale. Questa area insieme all’addome e alle cosce è quella con elevata predisposizione ad accumulare tessuto adiposo. La causa della formazione – oltre alla predisposizione genetica – è legata al bilancio calorico. Se il paziente assume più calorie rispetto a quante ne consuma, si verifica la necessità di accumulare tale energia sotto forma di grasso nei distretti corporei più predisposti.