Addominoplastica post operatorio del lifting addominale

La fase del post operatorio è molto importante nell’intervento di addominoplastica. La tecnica chirurgica prevede l’avvicinamento dei lembi con una certa trazione. Il paziente dovrà attenersi pedissequamente all’ indicazioni post operatorie impartite dal chirurgo in maniera tale da favorire la corretta guarigione della cicatrice e ridurre l’incidenza di alcune complicanze post operatorie.

Il paziente dopo l’intervento presenta una lunga sutura orizzontale nella parte inferiore dell’addome. Per ottenere un addome il più piatto possibile l’avvicinamento dei lembi avrà un certo grado di tensione. Per evitare di “tirare” la cicatrice il paziente eviterà la posizione completamente eretta per qualche giorno.

Durante i primi giorni il paziente dovrà assumere i farmaci (antibiotici, antinfiammatori e analgesici) che sono stati prescritti. Osserverà un periodo di riposo per qualche giorno ma senza rimanere alettato. La deambulazione precoce è funzionale alla guarigione e riduce il rischio di TVB. Verrà comunque eseguita la profilassi con eparina.

addominoplastica post operatorio caso 05

Addominoplastica post operatorio: Osservare le prescrizioni è importante!

La zona operata si presenterà edematosa (gonfia) e libida. Tale situazione è normale e tende a regredire molto velocemente. Una certa sensazione di debolezza ed intorpedimento durante le prime 48 ore è comune.

Immediatamente dopo l’intervento verrà eseguito un bendaggio compressivo da rimuovere dopo qualche giorno. Osservare un’ alimentazione leggera per la prima sera. Non essendo stata realizzata l’addominoplastica in anestesia generale, dal giorno dopo, si potrà mangiare normalmente. L’ attività sportiva potrà essere ripresa progresivamente dopo 20 giorni dall’ intervento e solo dopo l’autorizzazione del chirurgo. Si ricorda che la risposta biologica di ogni paziente è diversa e quindi richiede un controllo medico.

Argomenti: post operatorio, addominoplastica

Addominoplastica post operatorio: Il giorno dell’intervento

Immediatamente dopo la fine dell’intervento al paziente viene apposto un bendaggio compressivo con la finalità di contrastare la formazione di edema e supportare la guarigione.  L’ addominoplastica viene eseguita in anestesia peridurale e ciò comporta una certa difficoltà di deambulazione nelle prime due ore dopo la chirurgia. Comunque il paziente dovrà essere accompagnato per qualunque spostamento per evitare il rischio di giramento di testa.

Il paziente viene fatto deambulare alla fine della giornata per stimolare la circolazione sanguigna e come profilassi meccanica alla TVP.

La prima notte dovrà cenare leggero per non appesantire il corpo “occupato” con lo smaltimento dell’anestesia.

Addominoplastica post operatorio: La prima settimana

L’osservazione delle prescrizioni post operatorie in questo intervento è molto importante. Alcuni comportamenti non corretti possono causare l’impoverimento del risultato estetico e in alcuni casi complicanze di media entità.

Riposo. Il paziente dovrà riposare per i 15 giorni successivi per favorire la corretta guarigione. Il riposo non consiste nel rimanere al letto ma nel limitare movimenti e sforzi fisici.

Farmaci. Il paziente dovrà assumere i farmaci prescritti (antibiotici, antinfiammatori, analgesici e la profilassi eparina). Gli antibiotici riducono la probabilità d’infezioni. Gli antinfiammatori riducono infiammazione e dolore. Gli analgesici riducono il dolore. L’eparina è indicata per la profilassi della trombosi venosa profonda.

Posizione. Il paziente dovrà evitare di assumere la posizione completamente eretta per evitare di generare eccesiva trazione sulla cicatrice in coro di guarigione.

Fumo. E’ opportuno astenersi dal fumare per favorire la corretta guarigione. Il fumo produce vasocostrizione e alza il rischio di necrosi e cattiva cicatrizzazione.