1

La mastoplastica additiva è indicata alle donne che presentano un seno piccolo e/o svuotato, con uno spessore cutaneo normale.

La mastoplastica additiva è indicata alle donne che presentano un seno piccolo e/o svuotato, con uno spessore cutaneo normale.

 

2

Incisione periareolare

Viene praticata una incisione periareolare per permettere al chirurgo estetico di formare una tasca nella sede programmata (dietro la ghiandola o dietro il muscolo).

 

3

Scollamento

Si procede con la divaricazione dei tessuti adiposi e ghiandolari. I dotti galattofori non vengono disturbati nella loro anatomia e quindi la funzione di allattamento non è ridotta.

 

4

Inserimento della protesi

Un volta formata la tasca e raggiunta una accurata emostasi, il chirurgo inserirà la protesi mammaria scelta impiegando la misura concordata con la paziente.

 

5

posizionamento protesi

Il posizionamento della protesi dipende dalla struttura anatomica della specifica paziente (dietro la ghiandola mammaria / dietro il muscolo pettorale).

 

6

Risultato intervento

Dopo l’intervento di mastoplastica additiva sarà apprezzabile il seno di maggiori dimensioni e pieno.

 

7

Dopo la mastoplastica

La paziente potrà godere del nuovo seno per molti anni tenendo in mente solo alcuni accorgimenti che verranno indicati in fase postoperatoria.

 

8

Dopo la mastoplastica

La paziente dovrà usare un reggiseno contenitivo per qualche periodo dopo l’intervento.

 

9

tipi di protesi

La scelta del tipo di protesi è legata all’ aspettative della paziente e alla caratteristiche dello specifico seno da aumentare.