Mastopessi riduttiva: Lifting e riduzione del seno

Si definisce mastopessi riduttiva l’ intervento di chirurgia estetica al seno che ha come obiettivo:

  • Ridurre l’eccesso cutaneo responsabile della ptosi
  • Ridurre il volume del tessuto mammario (ghiandola + adipe)

mastopessi riduttiva Da questi obiettivi si desume che la paziente adatta a questa procedura presenta una moderata / marcata ptosi del seno con un volume eccessivo. La realizzazione della sola mastopessi – riducendo l’eccesso cutaneo in funzione del volume esistente – risulterebbe in un seno di dimensioni non adeguate per la paziente per motivi anatomici o soggettivi.

Se la paziente desidera un seno sodo ma di dimensioni minori ha probabilmente bisogno della mastopessi riduttiva. La differenza di questo intervento in relazione alla mastoplastica riduttiva è probabilmente più teorica che pratica.

Mastopessi riduttiva = Solleva il seno riducendone la dimensione per raggiungere un seno sodo dal volume desiderato.

Mastoplastica riduttiva = Riduce il volume del seno alla dimensione desiderata. Ovviamente il tessuto cutaneo viene ridotto di conseguenza.

Mastopessi riduttiva A chi è consigliata?

La mastopessi riduttiva è un intervento che comporta cicatrici importanti e conseguentemente la scelta della paziente adatta è fondamentale. La candidata corretta a questo intervento deve avere tutte queste caratteristiche:

  1. volume del seno eccessivamente sviluppato
  2. mammella marcatamente candente / rilassata
  3. maggiore età
  4. adeguata maturità psicologica
  5. accettazione delle cicatrici programmate
  6. buona salute
  7. non propensione alla cicatrizzazione ipertrofica / cheloidea

Mastopessi riduttiva Cicatrici

L’intervento di sollevamento del seno con contemporanea riduzione del tessuto mammario prevede lunghe l’escissioni del tessuto cutaneo. Ciò necessariamente comporta la formazione di cicatrici – normalmente sottili e lineari – che dovranno essere tenute in considerazione nella scelta di questo intervento. Quando il seno è severamente rilassate e ipertrofico, la procedura è normalmente consigliabile.

Mastopessi riduttiva Allattamento è possibile?

La capacità d’ allattamento con la tecnica di riduzione e lifting del seno può essere compromessa. Se la paziente ha in programma una gravidanza e desidera allattare, è consigliabile posticipare l’intervento. La procedura in questione, riducendo il tessuto mammario, riduce la possibilità che i dotti galattofori siano efficienti. La struttura anatomica della mammella viene modificata e ciò può comportare la non capacità di allattamento.