chirurgia estetica fronte

Chirurgia estetica fronte: Botulino, lifting frontale e temporale

La fronte è una parte importante del viso. È infatti attraverso questa che si trasmetto o si enfatizzano molte emozioni. Chi è sorpreso o spaventato tendo ad alzare le sopracciglia corrugando la fronte. Chi invece è infastidito o diffidente tende a stringere le sopracciglia segnando la zona glabellare. I movimenti mimici provocano continui arricciamenti della pelle e nel tempo formano rughe. Queste se perseverano nel tempo diventano progressivamente profonde e visibili anche in assenza di movimento mimico.

Le rughe sulla fronte – principalmente se visibili senza muovere il viso – sono considerate segno di invecchiamento e possono trasmettere un aspetto stressato. Questo inestetismo è stato molto efficacemente controllato dall’ avvento del botulino che ha permesso di ridurre la causa della formazione delle rughe: l’eccessivo movimento mimico.

La chirurgia estetica della fronte dispone dei seguenti interventi finalizzati a rendere gradevole questa zona del viso:

Botulino per distendere le rughe della fronte

Il trattamento con tossina botulinica meglio conosciuta come Botox e commercializzata in Italia con il nome Vistabex è la procedura di medicina estetica più richiesta al mondo. L’iniezione del botulino diminuisce temporaneamente la motilità muscolare della fronte distendendo le rughe mimiche che si vengono a formare in questa area del viso. Si tratta di rughe d’espressione che si fissano per l’eccessiva sollecitazione meccanica della pelle.

Le infiltrazioni di botulino sono consigliate per ridurre le rughe frontali, la ruga glabellare e le cosiddette zampe di gallina.

Il trattamento è mini invasivo e comporta alcune piccole iniezioni impiegando un ago sottile. Il trattamento è praticamente indolore e il paziente può immediatamente tornare alle normali attività. Di solito non viene eseguito alcun tipo d’anestesia prima di eseguire l’iniezione ma su richiesta della paziente su può usare anestesia topica.

Il risultato della chirurgia estetica della fronte con il botulino è molto positivo. Si ottiene la distensione delle rughe con la riduzione parziale e temporanea della specifica motilità muscolare. La dosi di botulino impiegata alla Clinica Pallaoro garantisce un risultato efficace ma naturale. Non riteniamo che sia auspicabile il risultato spesso visto tra le celebrità americane di totale immobilità faciale e quindi inespressività del viso.

Lifting frontale per il rilassamento della fronte

Il ringiovanimento chirurgico del viso si ottiene attraverso il lifting del viso o facelift. Quando l’invecchiamento interessa una zona specifica del viso è possibile eseguire un mini lifting. Il lifting frontale è la procedura di chirurgia estetica finalizzata al ringiovanimento delle fronte rilassata. E’ il minilifting del viso meno comune perché il rilassamento della fronte è poco frequente.

L’intervento chirurgico di lifting frontale prevede una incisione in mezzo ai capelli. La forma di tale incisione ricorda il cerchietto usato per tenere fermi i capelli.  Viene asportata una porzione di cuoio capelluto e vengono successivamente suturati i lembi. Si deve considerare che questa procedura sposta l’attaccatura dei capelli posteriormente. Non è consigliabile quando il paziente ha già una fronte troppo ampia.

La cicatrice formata dalla sutura dei lembi è orizzontale e normalmente nascosta in mezzo ai capelli. Si consideri che questo tipo d’incisione presenta il rischio di allargamento del tessuto cicatriziale.

La procedure viene eseguita in anestesia locale con sedazione profonda oppure in anestesia generale. La scelta del tipo specifico d’anestesia da eseguire dipende dalle condizioni del paziente. Il chirurgo estetico durante la visita medica prescrive gli esami del sangue e l’elettrocardiogramma. Questi determinano lo stato di salute del paziente.

Il risultato del lifting frontale è permanente. Non si prevede di dover realizzare a distanza di anni un altro intervento simile.

Chirurgia estetica fronte: Lifting temporale

Il lifting temporale è un intervento di chirurgia estetica del viso classificato come mini lifting. La procedura è finalizzata alla correzione della ptosi dell’ arcata sopraccigliare che rende le sopracciglia cadenti. Si eseguono due incisioni in mezzo ai capelli nella zona temporale. Viene sollevata la struttura muscolo cutanea di questa zona ed i lembi sono suturati. Cicatrici: Residuano piccole cicatrici su entrambi i lati temporali in mezzo ai capelli. Queste normalmente non visibile proprio perché nascosta dagli stessi.

La procedure di lifting temporale viene eseguita in anestesia locale con sedazione profonda oppure in anestesia generale. La scelta del tipo specifico d’anestesia da eseguire dipende dalle condizioni del paziente. Il chirurgo estetico durante la visita medica prescrive gli esami del sangue e l’elettrocardiogramma. Questi determinano lo stato di salute del paziente.

Il risultato del lifting temporale è permanente. In persone particolarmente disposte è possibile che la procedura possa essere ripeturta dopo diversi anni.

Chirurgia estetica combinata

La correzione degli inestetismi frontali, considerando questa area del viso non particolarmente problematica, quasi sempre viene attuata come integrazione di un programma chirurgico più complesso. Ad esempio il lifting temporale è molto comunemente eseguito insieme alla blefaroplastica.

I vantaggi della chirurgia estetica combinata sono due. In primo luogo il tempo di guarigione dell’intervento combinato è minore rispetto alla somma dei giorni dei singoli intervento. Poi la realizzazione di due o più interventi contemporaneamente permette la riduzione dei costi complessivi perché il paziente dovrà pagare solo una volta i costi fissi come sala operatoria o anestesista.

Prezzi della chirurgia estetica della fronte

I prezzi degli interventi sono determinabili durante la visita con il chirurgo estetico o attraverso la consulenza online disponibile sul sito della Clinica Pallaoro. Per avere una idea indicativa dei costi, ti invitiamo a visitare la pagina dei costi della chirurgia estetica che oltra ad indicare il prezzo medio praticato per ciascuna procedura, illustra anche il range di variabilità dei prezzi.