Trapianto capelli cicatrice

//Trapianto capelli cicatrice
Trapianto capelli cicatrice 2017-01-13T10:58:51+00:00

Che cicatrici rimangono?

La cicatrice della chirurgia estetica dei capelli è sempre stato un problema centrale. Effettivamente le tecniche di un tempo erano molto invasive chirurgicamente e lasciavano esiti cicatrizziali importanti e normalmente visibili.

Le tecniche “classiche”

Una delle prime tecnica di chirurgia della calvizie è la rotazione dei lembi. La tecnica è ormai praticamente in disuso in quanto cruenta ed esteticamente inefficace. Le cicatrici residue erano molto estese (una davanti al lembo e una dietro). La più evidente è quella anteriore in quanto coincide con l’attaccatura dei capelli. Essa costringeva al paziente a una pettinatura “in avanti” per nascondere le tracce chirurgiche.

micro fue hd line

Un’ altra tecnica quasi estinta è la Scalp reduction o riduzione dello scalpo. La procedura consisteva nella escissione della porzione di cuoio capelluto affetto da calvizie e la sutura dei lembi con conseguente formazione di una cicatrice. Veniva indicato per correggere la chierica in quanto si presumeva che la posizione fosse tale da non essere visibile. La scarsa elasticità del cuoio capelluto non contribuisce all’avvicinamento morbido dei lembi e quindi l’esito cicatriziale di solito è diastasato. Se mettiamo in conto che il processo di perdita dei capelli possa continuare la cicatrice dovuta a questa procedura si troverà ” a cielo aperto” e sarà esteticamente sgradevole.

La tecnica di trapianto dei capelli classica prevede l’escissione dalla parte posteriore di una porzione di cuoio capelluto dal quale verranno sucessivamente estratti i capelli da impiantare. I lembi residui vengono uniti e residua una cicatrice lunga. Se la prozione prelevata è sottile, l’avvicinamento sarà relativamente dolce. Se invece la porzione fosse maggiore e proporzionale ad un trapianto efficace, la cicatrice tenderà ad essere tesa e conseguentemete con maggior rischio di ipertrofia.

La tecnica di trapianto a singole unità follicolari Micro FUE HD

Il trapianto di capelli Micro FUE HD  non lascia cicatrici. Nella zona donatrice i capelli (le unità follicolari) vengono prelevati senza incisione grazie ad un drill micro chirurgico di 0.7 mm di diametro che incide il cuoio capelluto attorno al follicolo da espiantare. Le minime dimensioni sono tali da non innescare un processo di cicatrizzazione. Nella zona ricevente si pratica un’analoga incisione per l’inserimento dell’unità follicolare. Questa moderna tecnica micro chirurgica ha trovato l’interesse di un vasto pubblico proprio perché essendo così delicata può essere impiegata anche nei rinfoltimento esposti come sopracciglia, barba e attaccatura dei capelli.

 

Sono un maschio di 55 anni con perdita di capelli importante (Scala Norwood 5). Ho usato una tricoprotesi per 10 anni, non mi sono mai sottoposto ad un trapianto. La calvizie sembra seguire le orme di mio padre. Sono in ottima salute, i capelli ondulati brizzolati. Vorrei smettere con il parrucchino  e trovare una soluzione adeguata. Avete qualche suggerimento per migliorare la mia immagine tenendo conto della mia età?
Il suo caso è abbastanza comune è viene da noi risolto eseguendo un trapianto intensivo però concentrato nelle zone diradate o calve in maniera tale da abbassare l’ alopecia androgenetica ad un grado 4 della scala di Norwood Hamilton. Il risultato ottenuto normalmente è molto gradevole è compatibile con la sua età. Con questa tecnica si ottiene una accetabile densità. Eventualmente un secondo tempo potrà rinfoltire ulteriormente le altre zone. Dovrà aspettare 6 mesi per l’eventuale secondo trapianto.