Le palpebre sono “la cornice” degli occhi e caratterizzano in maniera rilevante l’aspetto e la luminosità dello sguardo. E’ noto a tutti come gli occhi gonfi (accumulo adiposo attorno agli occhi) conferiscano allo sguardo pesantezza. Le palpebre cadenti invece rendono gli occhi tristi e stanchi.

La blefaroplastica superiore è l’intervento indicato quando le palpebre superiori si presentano rilassate e accumuli adiposi. La durata dell’intervento è breve e si realizza in anestesia locale con sedazione. Il risultato della blefaroplastica superiore è caratterizzato da una elevatissima soddisfazione del paziente. Uno sguardo più luminoso e giovane. L’effetto ringiovanimento si estendo anche oltre gli occhi.

Consulenza
Visita
Foto
Video
WhatsApp

Perché si formano le palpebre cadenti?

Il rilassamento palpebrale fa parte del normale processo d’invecchiamento del paziente. L’invecchiamento del viso comporta la formazione di rughe, pieghe cutanee, perdita di definizione della mandibola, collo cadente e palpebre rilassate. Si tratta quindi del processo naturale di deterioramento della qualità cutanea. Va poi chiarito che le palpebre possono essere candenti anche come modello e cioè essere una caratteristiche genetica. Gli orientali sono un esempio estremo di questa caratteristica.

Le palpebre cadenti quindi sono causate dal normale invecchiamento e possono essere dovute anche alle specifiche caratteristiche genetiche.

Quale intervento è consigliato? La blefaroplastica superiore

La blefaroplastica superiore è l’intervento di chirurgia estetica consigliato per rimuovere l’eccesso cutaneo e adiposo dalle palpebre superiori. Si tratta di una procedura di breve durata che comporta l’escissione di una piccola porzione di tessuto, la rimozione di una piccola ernia adiposa e la sutura dei lembi formando una cicatrice posizionata all’interno della piega palpebrale.

Come è il risultato della blefaroplastica superiore?

Il risultato della blefaroplastica superiore è esteticamente entusiasmante. E’ un po’ come passare da una giornata piovosa ad una giornata di sole. Non è una spiegazione molto tecnica ma fa capire il cambiamento estetico che si verifica non solo sulle palpebre ma sullo sguardo e sul viso in generale. Quindi il risultato della blefaroplastica superiore ha le seguenti caratteristiche:

  • Palpebre toniche
  • Assenza di adiposità palpebrale in eccesso
  • Sguardo pulito e luminoso
  • Occhi più giovani
  • Viso ringiovanito

Sono definitivi i risultati della blefaroplastica?

La parola “definitivo” in medicina è sempre un po’ delicata perché nulla nel corpo può dirsi definitivo e cioè non soggetti a cambiamenti o a evoluzione. Va però senz’altro detto che il risultato della blefaroplastica rimane stabile per molti anni e quindi può chiamarsi permanente. Il processo d’invecchiamento non si ferma nemmeno un giorno e ciò è vero anche per il tessuto palpebrale. Va sottolineato però che la formazione del difetto delle palpebre rilassate ha richiesto probabilmente alcuni decenni e quindi la formazione nuovamente dell’inestetismo richiederà molti anni.

Quanto lunghi sono i tempi di guarigione?

La blefaroplastica superiore è uno degli interventi di chirurgia estetica con tempi di guarigione minore. Di fatto la maggioranza dei pazienti che si sottopongono alla blefaroplastica superiore dopo una settimana sono già più che presentabili e dopo due settimane sono già guariti. Tale indicazione dei tempi di guarigione è soggetta alla variabilità biologica. In alcuni casi infatti i tempi di guarigioni possono essere sensibilmente più lunghi.