Per la valutazione della bontà di un risultato non bisogna valutare la corretta esecuzione dell’ intervento bensì il grado di soddisfazione del paziente. Questo è il vero metro di valutazione della buona chirurgia estetica ed è ciò che meglio rappresenta la filosofia che guida il nostro operato.

Per ottenere un grado alto di soddisfazione dal risultato ottenuto dalla procedura scelta bisogna verificare la congruità dei seguenti punti:

  1. Verifica del rapporto inestetismo disagio
  2. Verifica dell’assenza di altre concause
  3. Fattibilità di correzione dell’ inestetismo
  4. Accettazione da parte del paziente della procedura
  5. Accettazione da parte del paziente del post operatorio
Chirurgia estetica risultati: addominoplastica caso 11

Il risultato della chirurgia estetica è duplice. Il primo è la correzione dell’inestetismo e il secondo è il miglioramento della qualità della vita.

L’illustrazione del meccanismo di seguito illustrato è utile al paziente per valutare la complessità che è alla base della decisione di operarsi di chirurgia estetica. Ovviamente è il chirurgo estetico che dovrà guidare il candidato nel percorso soddisfacente. Molti milioni di persone si rivolgono alla chirurgia estetica per migliorare la qualità della loro vita e ottengono grandi soddisfazioni nella loro scelta. Il messaggio che vogliamo lanciare è che la chirurgia estetica – gestita con maturità – offre una grande seconda chance nel modellare la propria  immagine.

Prenota visita
Consulenza per immagini
Costi interventi
Come risparmiare

Verifica del rapporto inestetismo disagio

Chi si rivolge al chirurgo estetico ritiene di avere un’ aspetto estetico dissonante con la propria idea di bellezza. Questa dissonanza provoca al soggetto uno stato di disagio che lo porta a ricercare soluzioni correttive. È importante verificare con chiarezza che l’ inestetismo accusato di essere la fonte del disagio sia effettivamente il responsabile. Può illustrare il concetto il seguente esempio: Una donna si sente poco femminile perché ha i seni poco sviluppati.

Verifica dell’assenza di altre concause

Può succedere che il disagio lamentato sia causato da fenomeni psicologici più complessi e che quindi di fatto non sia l’ inestetismo in sé la causa principale. In questo caso la correzione dell’ inestetismo accusato non produrrà l’effetto desiderato e cioè il contrasto alla sensazione di disagio. Seguendo l esempio precedente: Una donna che si sente poco attraente in relazione ad una determinata persona perché ha un seno poco sviluppato, potrebbe non dichiararsi soddisfatta dall’ intervento qualora il risultato non determinasse un effetto su terze persone.

Fattibilità di correzione dell’ inestetismo

Verificata la fonte del disagio è necessario approfondire la fattibilità della trasformazione della situazione attuale a quella desiderata da parte del paziente. Non sempre ciò che la chirurgia estetica può offrire in termini di risultato, tenuto conto della specifica situazione del paziente, soddisfa le aspettative di cui lo stesso è portatore. Qualora le aspettative fossero non realistiche si dovrà procedere con un processo informativo piuttosto dettagliato per rendere le stesse adeguate. Se ciò non fosse possibile, l’intervento non dovrà essere eseguito.

Accettazione da parte del paziente della procedura

Tutte le procedure chirurgiche hanno vantaggi e svantaggi. Il paziente dovrà accettare gli svantaggi per ritenere il risultato dell’ intervento soddisfacente. Ancora sull’esempio precedente: La mastoplastica additiva offre un aumento efficace del seno ma produce cicatrici anche se poco visibili. Se la paziente non accetta le cicatrici come parte di un risultato soddisfacente, non potrà accedere alla chirurgia.
Il paziente deve essere inoltre consapevole che come in ogni intervento chirurgico è possibile che si verifichino complicanze che prolunghino la fase di guarigione. Di solito le complicanze sono di lieve entità e di carattere temporaneo. Il paziente è chiamato ad esprimere il suo consenso maturo ed informato al riguardo.

Accettazione da parte del paziente del post operatorio

Il raggiungimento del risultato finale attraversa un periodo di guarigione che richiede impegno e pazienza da parte dell’interessato. In una prima fase si verificherà un certo gonfiore ed indolenzimento. Progressivamente questi scompariranno lasciando ammirare allo stesso la bontà del risultato ottenuto. Durante un certo periodo bisognerà seguire le indicazioni del chirurgo per quanto riguarda l’uso di bendaggi e/o guaine.