Il laser frazionato

Il peeling laser frazionato co2 è la tecnologia più efficace ed innovativa per la correzione di una serie di inestetismi cutanei come ad esempio rughe, macchie sulla pelle, rilassamento, ecc. Il meccanismo fisico è quello della evaporazione della epidermide per indurre la riformazione della nuova pelle. La tecnologia del laser frazionato presenta differenze molto importanti con il peeling laser classico. Questo ultimo rimuove per tutta la superficie trattata l’intero strato epidermico. Ciò comporta una “aggressione” cutanea rilevante con un post operatorio lungo, delicato e complicato. Il peeling laser frazionato ha invece la straordinaria caratteristica di agire esclusivamente su una porzione del tessuto cutaneo interessato. Si esegue quindi una molteplicità di colonne termiche che penetrano anche fino a raggiungere il derma lasciando la pelle circostante intatta. La procedura risulta molto meno aggressiva, la guarigione avviene in pochi giorni e con un livello di sicurezza elevato.

Foto
Costi
Video
Consulenza
Visita

Quando è indicato il laser frazionato?

La tecnologia del laser frazionato CO2 è indicato per il trattamento di una molteplicità di difetti estetici cutanei. L’impiego è molto più esteso del peeling laser tradizionale per la caratteristica di minore aggressività e tempo di guarigione. Il laser frazionato è indicato per il trattamento di queste condizioni estetiche:

  • rughe del viso
  • macchie cutanee
  • cicatrici ipertrofiche
  • cicatrici d’acne
  • rilassamento cutaneo
  • smagliature

Il laser frazionato ottiene risultati molto positivi nel trattamento degli inestetismi ed è molto frequentemente scelto per il ringiovanimento non chirurgico del viso. Grazie alla bassa invasività, la procedura può essere eseguita anche per rassodare le palpebre (blefaroplastica non chirurgica), tonificare il collo, ringiovanire le mani, ecc.

Come avviene il trattamento al laser frazionato?

Il laser frazionato è una procedura mini invasiva che si può eseguire in anestesia locale, anestesia topica o senza anestesia. Ovviamente in questo ultimo caso il paziente avverte un certo dolore anche se molte persone lo ritengono sopportabile.

Il laser deve essere programmato per il trattamento della specifica zona in programma. Il chirurgo estetico programma la configurazione del dispositivo per ottimizzare l’azione dello stesso (migliore risultato, minore aggressione). La configurazione consente modificare i seguenti parametri:

  • dimensione e forma dello spot
  • densità delle colonne termiche (percentuale di cute trattata)
  • energia rilasciata (Watt)
  • tempo d’azione e tempo di pausa (laser pulsato)
  • ripetizione
  • algoritmo di emissione

Il trattamento inizia – dopo la disinfezione della zona interessata e dopo l’anestesia – con la erogazione degli impulsi laser in successione secondo il programma stabilito. Il peeling laser co2 frazionato a tutto il viso dura circa 30 minuti. La blefaroplastica non chirurgica (palpebra superiore ed inferiore) poco più di 5 minuti. Una volta concluso il trattamento si copre la zona trattata con una specifica crema. Il paziente viene dimesso praticamente subito dopo.

Molto frequentemente il laser frazionato al viso fa parte di un programma chirurgico più esteso come ad esempio lifting viso + blefaroplastica + laser frazionato. L’esecuzione del trattamento laser in questo caso potrà essere insieme alla chirurgia oppure durante una medicazione post operatoria.

Il post operatorio del laser co2 frazionato

Parlare di post operatorio quando di esegue la procedura di laser frazionato non è dl tutto corretto. La tecnica è mini invasiva dopo il trattamento nella maggioranza dei casi si potrà osservare lieve rossore, gonfiore e microscopici puntini in corrispondenza delle colonne termiche eseguite. Già dopo 48 ore i segni del laser saranno molto meno visibili e comunque dopo 7 giorni, nella maggioranza dei casi, non sono più evidenti.

In alcuni casi quando le condizioni da correggere sono severe, è possibile che il trattamento venga fatto più intenso e questo breve periodo di guarigione sia allungato di qualche giorno.

Quante sedute sono consigliate?

Frequentemente ed in relazione al tipo di difetto estetico da eseguire, possono essere consigliate più sedute di laser frazionato. Grazie alla ridotta aggressività del trattamento, è possibile ripetere lo stesso senza rischi particolari e con un progressivo miglioramento del risultato.

Rispetto alla tecnica del peeling laser classico che non può essere ripetuto tante volte perché ogni seduta comporta una diminuzione dello spessore cutaneo, la tecnica con il laser frazionato stimola la rigenerazione cutanea con un certo ispessimento della pelle.

Il numero di sedute dipende anche dalla intensità del trattamento. Maggiore è l’intensità (con un post operatorio lievemente più lungo), meno sedute saranno necessarie.

Per il ringiovanimento non chirurgico del viso – nella maggioranza dei casi – basta fare una o due sedute. Per il trattamento delle cicatrici d’acne invece sono di solito consigliate almeno 3 sedute.