Otoplastica FAQ – risposte a domande frequenti2021-04-21T13:15:11+00:00
L’intervento interferisce con la funzione uditiva?2021-04-21T13:14:25+00:00

Assolutamente no! L’otoplastica modella esclusivamente il padiglione auricolare e non interviene nel meccanismo funzionale dell’orecchio e conseguentemente la funzione uditiva è totalmente invariata.

Quanto t4mpo dura l’intervento di otoplastica?2021-04-21T13:12:07+00:00

La durata della chirurgia delle orecchie è solitamente breve. L’atto chirurgico in sé di solito non dura più di 20 minuti. La permanenza del paziente in sala operatoria ha una durata maggiore perché dopo la fine dell’otoplastica dovrà essere messo un bendaggio a turbante per proteggere le orecchie e supportare la guarigione. Il bendaggio va tenuto per una settimana.

Dove sono le cicatrici?2021-04-21T13:08:59+00:00

La procedura comporta incisioni dietro le orecchie per accedere alla cartilagine e creare in essa le pieghe assenti o insufficienti. Le cicatrici dell’otoplastica si trovano quindi dietro il padiglione auricolare e conseguentemente sono poco visibili.

A che età può un bambino sottoporsi all’otoplastica?2021-04-21T13:05:57+00:00

La correzione delle orecchie a sventola è l’unico intervento di chirurgia estetica consigliato anche ai pazienti in età pediatrica. L’argomento è stato lungamente dibattuto e sottoposto a ricerche mediche concludendo che un bambino soffre molto l’inestetismo delle orecchie a sventola perché gli amichetti tendono a scherzare su tale caratteristica morfologica. La correzione precoce del difetto solleva il giovanissimo paziente da tale disagio permettendo quindi lo sviluppo di una personalità serena e felice. Dal punto di vista del risultato, si è verificato che la correzione prima dello sviluppo non comporta una deformazione successiva.

Quale anestesia si usa per l’otoplastica?2020-05-18T16:57:36+00:00

La scelta del tipo d’anestesia da usare nello specifico intervento dipende sempre dall’anamnesi del paziente e da specifiche condizioni da considerare. Nella maggioranza dei casi la procedura si svolge in anestesia locale con sedazione intravenosa. Questo tipo di procedura anestesiologica è ottimale anche per i pazienti bambini perché è poco invasiva. Comunque l’intervento potrà essere eseguito anche in anestesia locale pura senza sedazione oppure in anestesia generale.

Il risultato dell’otoplastica è permanente?2020-05-18T16:46:11+00:00

L’intervento di otoplastica ha l’obiettivo di piegare le cartilagini auricolari per correggere l’inestetismo delle orecchie a sventola. Il difetto estetico è nella maggioranza dei casi congenito mentre molto raramente può essere una condizione acquisita. Una volta eseguito con successo l’intervento e completata la guarigione, il risultato può essere considerato permanente e definitivo. Non è possibile la sua riformazione come ad esempio quando si corregge l’eccesso cutaneo a seguito dell’invecchiamento del viso. Va chiarito che comunque è possibile la complicanza della incorretta guarigione che ripresenta l’inestetismo.