Il contenuto di questa pagina è a cura del dott. Carlo Alberto Pallaoro – specialista in chirurgia plastica ed è aggiornato al 17/07/2019. Per informazioni scrivere a info@pallaoro.it.

Deviazione del setto nasale: Cos’é?

Il setto del naso è deviato quando si verifica un restringimento della cavità di una o entrambe le narici. Il restringimento limita il normale flusso d’aria. Quando la  deviazione è molto forte può impedire completamente il passaggio dell’aria (ostruzione nasale). Quando la deviazione è severa è necessario procede con l’intervento di settoplastica.

Il setto nasale divide le due cavità nasali normalmente si presenta completamente lineare. Quando la deviazione non comporta l’insorgere di problemi o patologie, non sarà necessario attuare alcuna terapia specifica. Quando invece provoca disturbi  come problemi respiratori, frequenti emorragie nasali (epistassi) e disturbi del sonno, si potrà considerare l’intervento chirurgico. La settoplastica di norma corregge totalmente il problema ripristinando la normale respirazione nasale.

Deviazione del setto nasale: Cos'é?

Il setto nasale deviato rende il passaggio dell’aria meno agevole.

Correggere il naso deviato con la chirurgia estetica

Quando la rinoplastica corregge anche la deviazione del setto nasale, l’ intervento viene più correttamente denominato rinosettoplastica. Questo è caratterizzato quindi da una doppia finalità: Correzione dell’ aspetto estetico del naso e correzione dell’ aspetto funzionale respiratorio. Tecnicamente la procedura prevede le stesse incisioni possibili (rinoplastica aperta o rinoplastica chiusa) ma la trasformazione delle caratteristiche anatomiche del naso sono molto più articolate e complesse.

Ricordiamo che le unità anatomiche interessate sono il setto nasale, cartilagini alare e triangolare, osso proprio del naso. Il chirurgo dovrà coniugare entrambe le finalità chirurgiche cercando di dare a ciascuna d’ esse il giusto peso in quanto spesso risultano essere parzialmente contrapposte.

Oltre alla deviazione del setto nasale (elemento interno del naso) è possibile che la piramide nasale sia deviata o storta. Questa ultima caratteristica solitamente è dovuta ad un trauma che rende la forma stessa del naso asimmetrica e irregolare.

naso deviato

Cause della deviazione del setto nasale

Le cause della deviazione possono essere diverse. Alcuni casi sono congeniti, il paziente nasce con una deformità del setto nasale. La causa più frequente – nella casistica della Clinica Pallaoro – è il trauma. Un colpo al naso può effettivamente rompere il setto nasale lasciandolo deviato. L’invecchiamento può inoltre comportare una certa maggiore difficoltà respiratoria.

Deviazione del setto nasale congenita

La condizione può essere congenita e cioè essere rilevabile già dalla nascita. Sono casi relativamente rari che difficilmente sono diagnosticati precocemente. Possono anche essere asintomatici e magari con il passare degli anni comportare una progressiva difficoltà respiratoria. Alcune patologie genetiche rare come la sindrome di Marfan o la sindrome di Ehlers-Danlos, possono presentare il setto nasale deviato.

Deviazione del setto nasale da trauma

Nella maggioranza dei pazienti trattati alla Clinica Pallaoro, la causa del setto nasale deviato è legata ad un evento traumatico che ha meccanicamente storto la lamina nasale. Non è raro che durante l’attività sportiva o in un incidente domestico o stradale si verifichi un colpo al naso e ciò comporti l’immediata devizione.

Invecchiamento e difficoltà respiratoria

Con il passare degli anni anche la cavità nasale subisce delle trasformazioni. Può verificarsi che una lieve deviazione del setto nasale con il tempo diventi più marcata e che eventuali ispessimenti della mucosa rendano la respirazione meno agevole. Con una certa frequenza gli anziani possono dover sottoporsi alla correzione chirurgica del setto nasale.

Sintomi e diagnosi

La deviazione del setto nasale potrebbe non causare alcun sintomo. Molte persone vivono tutta la vita con il setto deviato senza subire alcun disagio o conseguenza per la salute. In altri casi invece la condizione può causare uno o più sintomi come ad esempio l’ostruzione di una o entrambi le narici. Il paziente presenta difficoltà respiratoria attraverso le narici. Tale condizione è accentuata da allergie o raffreddori. Con una certa frequenza i soggetti con il setto deviato accusano epistasi (perdita di sangue dal naso). Si verifica una sorta di screpolatura della mucosa nasale e quindi diventa più probabile la perdita di sangue dal naso.  Alcuni pazienti lamentano difficoltà respiratoria durante il sonno con accentuazione della roncopatia e delle apnee notturne.

La diagnosi del setto nasale deviato è fatta con un accurato esame obiettivo. Si osservano le cavità nasali per determinare la presenza della deviazione o altra condizione legata alla probabile difficoltà respiratoria. A tale scopo si può usare uno speculum nasale oppure una fibra endoscopica nasale. La condizione potrà ulteriormente essere approfondita con tecniche diagnostiche per immagini.

Correggere la deviazione del setto nasale

La deviazione del setto nasale può essere operata insieme alla rinoplastica senza particolari disagi per il paziente. In questo caso l’intervento acquista una prevalente finalità funzionale e viene chiamato rinosettoplastica. La procedura ha quindi l’obiettivo di migliorare la funzione respiratoria e correggere la forma della piramide nasale.

Anestesia

Alla Clinica Pallaoro l’intervento di rinosettoplastica viene eseguito in anestesia generale. Lo sviluppo farmacologico offre attualmente la possibilità di eseguire questo tipo d’anestesia con massima precisione e comfort per il paziente. Il nostro servizio d’anestesia è affidato ad un team di anestesisti di pluridecennale esperienza che – disponendo di ogni strumento tecnologico – eseguono un’anestesia personalizzata.

Tecnica

Le tecniche di modellamento del naso e di correzione della deviazione del setto differiscono molto in relazione alle specifiche condizioni anatomiche del paziente. In ogni caso il chirurgo accede alla struttura osteocartilaginea attraverso piccole incisioni all’interno delle narici. Non sono previste incisioni esterne e quini la procedura non lascia esiti cicatriziali visibili.

Alla fine dell’intervento si appone uno speciale splint nasale con l’obiettivo di proteggere la piramide nasale nei prossimi 14 giorni. E’ importante che il paziente osservi le prescrizioni post operatorie per ridurre il rischio di complicazioni durante la degenza.

L’intervento ha una durata media di 60 minuti. Poi il paziente viene tenuto in osservazione per un paio d’ore e successivamente potrà essere dimesso.

Durante il periodo post operatorio riveste particolare importanza l’osservanza meticolosa delle indicazioni del chirurgo ed in particolare per quanto riguarda lo splint nasale a supporto delle ossa del naso durante la guarigione.

Se il naso è deviato, l’intervento è detraibile

La deviazione del setto nasale trasforma l’ intervento da esclusivamente estetica a procedura con finalità funzionali. Come tale il costo dello stesso è detraibile – con la normativa fiscale attualmente vigente – dai redditi. La normativa fiscale vigente in Italia autorizza la detrazione dei costi sostenuti per spese mediche se le stesse hanno come prevalente finalità quella di curare o prevenire patologie. La correzione del setto nasale deviato è una spesa sanitaria detraibile.