Mastoplastica additiva ascellare

//Mastoplastica additiva ascellare
Mastoplastica additiva ascellare2018-04-12T14:00:54+00:00

L’intervento di mastoplastica additiva può essere eseguito inserendo la protesi mammarie attraverso diverse vie di ingresso (ascellare, periareolare o sottomammaria). La scelta di una di queste vie d’ accesso è determinata d’ aspetti chirurgici ed estetici che vanno discussi con la paziente in sede di visita.

La via di ingresso preferenziale della mastoplastica additiva realizzata presso la nostra clinica è quella periareolare. La scelta è dovuta alla nostra convinzione basata su migliaia di casi che la cicatrice risultante da questa via di ingresso sia meno visibile.

Tipi d'incisioni e vie d'accesso per la mastoplastica additiva

Inserimento della protesi per via ascellare

La via d’ingresso ascellare è un’alternativa che prevede per l’appunto l’inserimento della protesi eseguendo una incisione nel cavo ascellare e scollando i tessuti sino al raggiungimento della tasca dietro la ghiandola mammaria.

Questo approccio presenta una minore visibilità del campo operatorio con conseguente maggiore rischio di una non perfetta emostasi.


mastoplastica additiva consigliabile


Quale tecnica di mastoplastica additiva scegliere?

La tecnica d’inserimento ascellare è quella in assoluto meno scelta dai chirurghi estetici di tutto il mondo. Anni fa era a volte scelta quando si usavano le protesi riempite con soluzione fisiologica. Infatti queste venivano inserite nella tasca mammaria svuotate e poi venivano successivamente riempite in sede. Questo zona d’accesso era più agevole per l’inserimento della protesi svuotata.

Alla Clinica Pallaoro si esegue nella maggioranza dei casi l’incisione periareolare per inserire la protesi.

Si può allattare dopo la mastoplastica additiva?

Il rimodellamento del seno che si ottiene con la mastoplastica additiva lascia integra la fisiologia del seno, quindi dopo è possibile allattare. Infatti, la protesi viene inserita sempre dietro la ghiandola senza intaccarne la funzionalità.