Ammirare e vivere il seno nuovo

La mastoplastica additiva ha parecchi decenni di storia ed ha raggiunto livelli di risultati ragguardevoli sia per quanto riguarda la tecnica operatoria e progettuale sia per quanto riguarda il materiale e l’ingegneria della protesi mammaria.

I fattori determinanti nella formazione del risultato estetico della mastoplastica additiva sono:

  • tecnica chirurgica adatta alla situazione anatomica
  • corretto posizionamento della protesi
  • utilizzo di protesi di elevatissima qualità
  • forma e volume dell proteso personalizzate

L ‘intervento di mastoplastica additiva ben fatto non è solo quello eseguito a “regola d’arte” secondo i migliori principi chirurgici, ma è quello il cui risultato risulta soddisfacente per la paziente. Per ottenere un risultato soddisfacente è  fondamentale – oltre agli aspetti di carattere operatorio – che la paziente sia portatrice di un’aspettativa realistica e corretta su ciò che è possibile ottenere nel proprio e specifico caso. Per  la costruzione dell’ aspettativa realistica si consiglia la visione delle foto prima e dopo.

Mastoplastica additiva Risultati naturali e soddisfacenti

Ottimi risultati della mastoplastica additiva eseguita dal dott. Carlo Alberto Pallaoro

Mastoplastica additiva
Foto
Video
Consulenza
Visita
WhatsApp

Mastoplastica additiva: il risultato

Al tatto il seno sarà morbido come un seno naturale e, alla stessa maniera, anche in situazioni dinamiche l’aspetto e il movimento sarà del tutto pari al tessuto mammario.

Benché l’aumento del seno donato dalle protesi sia un volume che non si modifica con il passare del tempo, i tessuti cutanei e mammari sono comunque soggetti ad un fisiologico cedimento, che addirittura potrebbe essere accentuato dal peso degli impianti mammari.

Perciò, visto che non è possibile arrestare chirurgicamente le lancette del tempo –non ancora!- è bene aver cura dei propri tessuti e seguire scrupolosamente ogni indicazione che il chirurgo fornirà nel periodo immediatamente successivo all’operazione e anche nei mesi ed anni a seguire.

  • portare il reggiseno contenitivo per il periodo previsto dal protocollo post intervento
  • eseguire un ciclo di massaggi linfodrenanti per favorire il riassorbimento dell’edema
  • presentarsi alle periodiche visite di controllo come previsto
  • esporsi al sole solo dopo il consenso del chirurgo
  • sostenere sempre il seno con un reggiseno adeguato che accompagni morbidamente i movimenti. Le mammelle hanno come unico sostegno il muscolo pettorale, ma non sono vincolate da ossa e altri muscoli al loro interno, perciò ogni sollecitazione dinamica favorisce l’azione della forza di gravità che, a lungo andare, richiama i tessuti verso il basso provocandone la ptosi. A maggior ragione, durante gli sport (come il jogging o altri) è bene indossare un corsetto elastico e contenitivo.
  • dormire con un reggiseno senza ferretto per garantire un buon sostegno anche di notte e prevenire la ptosi mammaria.

La mastoplastica additiva oltre ai risultati estetici offre numerosi aspetti positivi, tra cui:

  • Aumenta la sicurezza in sé e la femminilità
  • Aumenta l’autostima
  • Corregge alcuni difetti del seno (scarso sviluppo, leggero cedimento, rilassamento…)
  • La paziente si sente a suo agio quando indossa e acquista gli abiti
  • Dona proporzione adeguata tra i fianchi e le spalle e il seno
  • Ringiovanisce il decolletè

Il tessuto mammario che copre la protesi è formato da ghiandola mammaria e adipe. Un marcato dimagrimento potrebbe – riducendo il tessuto adiposo aa copertura – ridurre la gradevolezza del risultato. E’ consigliabile quindi che la paziente candidata sia attorno al peso forma desiderato prima dell’intervento.

Comportamenti che mettono il risultato a rischio

La mastoplastica additiva – se eseguita con la tecnica adeguata e con una protesi con caratteristiche ottimali – ha un risultato stabile per molti anni. Esistono comportamenti e situazioni che possono minare la qualità del risultato e quindi è corretto che la paziente – nel limite del possibile – osservi alcuni comportamenti ed eviti altri.

Questo è l’elenco di alcuni comportamenti possono modificare il risultato della mastoplastica additiva:

  • Sbalzi di peso: aumentare e diminuire di peso comporta trazione cutanea che può comportare ptosi mammaria
  • Eccessivo dimagrimento: dimagrire troppo comporta spesso la perdita della adeguata copertura della protesi da parte della ghiandola mammaria
  • Eccessiva esposizione solare: i raggi solari deteriorano la qualità e tonicità della pelle rendendo il seno cadente e la pelle sottile
  • Gravidanza con rilevante aumento di peso: trazione cutanea eccessiva rende il seno cadente
  • Allattamento con importante aumento di misura della mammella: trazione cutanea eccessiva con rilassamento tissutale
  • Non utilizzo del reggiseno: il seno senza reggiseno subisce la gravità che produce trazione e perdita di elasticità