Il contenuto di questa pagina è a cura del dott. Carlo Alberto Pallaoro – specialista in chirurgia plastica ed è aggiornato al 04/09/2019. Per informazioni scrivere a info@pallaoro.it.

Per correggere l’addome adiposo può essere consigliabile l’addominoplastica

L’ inestetismo dell’ addome adiposo è normalmente corretto dall’ intervento di liposuzione. L’ accumulo localizzato nella zona addominale viene aspirato attraverso alcune incisione poste prevalentemente in zone nascoste. Quando il rapporto tra volume dell’ adiposità localizzata e l’ elasticità cutanea è tale da non permettere a quest’ultima di accompagnare il rimodellamento offerto dalla liposuzione sarà necessario asportare il tessuto cutaneo eccedente.

La concentrazione di adiposità nella zona addominale è una caratteristica comune sia nelle donne che negli uomini. Comunemente questo grasso è molto resistente ad attività fisica e diete.

La chirurgia estetica con gli interventi di liposuzione e addominoplastica, non deve essere intesa come mezzo sostitutivo del controllo del peso corporeo attraverso una corretta ed equilibrata alimentazione insieme alla adeguata attività sportiva. I pazienti in sovrappeso devono perciò cercare il peso forma prima di sottoporsi all’ intervento desiderato.

addome adiposo e rilassato

L’addome adiposo si corregge con l’addominoplastica o con la liposuzione addominale. La scelta dipende dalla tonicità cutanea.

Addome adiposo con pelle non elastica

Quando la pelle addominale non è sufficientemente tonica e la zona presenta accumuli adiposi rilevanti, l’intervento indicato è l’addominoplastica. Questa procedura corregge entrambi gli inestetismi perché prevede l’escissione del tesuto cutaneo in eccesso e la rimozione della porzione del pannicolo adiposo superfluo.

L’addominoplastica comporta una lunga incisione nella parte inferiore dell’addome. La cicatrice normalmente è da una spina iliaca all’altra. La cicatrice che conseguentemente viene a formarsi – anche se nascosta dalle mutande – dovrà essere attentamente valutata. In linea di massima il rassodamento chirurgico dovrà essere consigliato solo quando l’inestetismo (pelle in eccesso) è tale da giustificare ampiamente la formazione della cicatrice. I risultati dell’addominoplastica sono molto soddisfacenti per i pazienti adatti alla procedura.

Addome adiposo con pelle sufficientemente elastica

Quando il tessuto cutaneo addominale è sufficientemente elastico, l’intervento di addominoplastica non è necessario. La finalità della chirurgia in questo caso sarà limitata alla rimozione del tessuto adiposo senza rimuovere pelle in eccesso. L’intervento consigliabile in questo caso è la liposuzione addominale che attraverso alcune piccolissime incisioni, rimuove il grasso indesiderato. La riduzione del volume addominale a seguito della liposuzione dovrà essere accompagnata dalla spontanea riduzione della pelle grazie alla naturale elasticità.

In caso di elasticità lievemente carente…

A volte la pelle può presentare una carenza marginale di elasticità tale da non giustificare l’intervento di addominoplastica. La cicatrice residua del lifting addominale – in caso di lieve mancanza di elasticità – sarebbe più inestetica del difetto stesso. In questi casi alla Clinica Pallaoro può essere consigliato un intervento di liposuzione addominale con 3 sedute di lifting micro chirurgico.