Protesi seno: Quanto tempo durano?

Le protesi mammarie moderne hanno migliorato molto il risultato estetico dell’ intervento al seno grazie anche al miglioramento della tecnologia di produzione.

Non esiste un tempo ufficialmente predeterminato per la sostituzione delle protesi al seno. Dalla nostra esperienza personale possiamo affermare che molte pazienti operate oltre 15 anni fa si sottopongono presso la nostra clinica ai controlli annuali di routine senza presentare assolutamente la necessità di sostituzione delle protesi.

Da un’altro punto di vista bisogna chiarire che le mamelle negli anni subiscono diversi cambiamenti di forma e consistenza a seguito di variazioni di peso, gravidanze e allattamenti. Ciò può rendere necessaria una revisione dell’ intervento dovuta alla compromissione estetica del risultato e non alle caratteristiche fisiche della protesi.


mastoplastica additiva consigliabile


[fusion_tagline_box backgroundcolor=”” shadow=”no” shadowopacity=”0.7″ border=”1px” bordercolor=”” highlightposition=”left” content_alignment=”left” link=”” linktarget=”_self” modal=”” button_size=”” button_shape=”” button_type=”” buttoncolor=”” button=”” title=”” description=”” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=”0.1″ class=”” id=””]È vero che dopo 10 anni le protesi al seno vanno sostituite?

Bisogna tenere conto che tutte le cellule del nostro corpo subiscono un naturale lento e continuo ricambio, perché appartenenti ad un organismo vitale. Chiaramente la protesi resta invece inerte nell’organismo, senza ricambio alcuno, perciò è normale che con il tempo subisca un ccerto (innocuo) deterioramento. Le protesi in silicone per il seno sono garantite 10 anni dall’azienda produttrice, ma questa indicazione è stata prodotta ai tempi in cui il tipo di protesi non era quello impiegato oggi, che è certamente più sicuro e migliore sotto tutti i punti di vista. Quindi, anche se le indicazioni sulla durata restano identiche, è possibile che le protesi restino intatte ed inalterate per un periodo molto maggiore. È bene comunque che la paziente si sottoponga ad una visita di controllo, trascorso questo tempo, per verificare il corretto stato degli impianti.[/fusion_tagline_box]